di Giuliana Avila Di Stefano

LuisSepulvedaIl 20 settembre al Teatro Greco, a ricevere il Taobuk Award for Literary Excellence durante la serata inaugurale del TaoBuk Taormina International Book Festival, quest’anno ci saranno Luis Sepulveda,  il presidente del Senato Pietro Grasso e Nicola Piovani.

La manifestazione, giunta alla IV edizione, è un’idea dalla presidente Antonella Ferrara con la collaborazione del giornalista e scrittore  Franco Di Mare, che presiede il comitato scientifico del festival, che quest’anno si terrà dal 20 al 26 settembre.

“Taobuk”, che nel nome esprime l’unione fra le “belle lettere” e la Perla dello Jonio, sarà un evento itinerante fra le diverse location di Taormina, e tutti gli eventi saranno aperti al pubblico e a titolo gratuito.

Nomi prestigiosi saranno presenti durante la settimana letteraria: il giornalista americano Alan Friedman, con i suoi scoop esplosivi nell’ambito dell’economia e della politica, come nell’ultimo “Ammazziamo il Gattopardo”; Giancarlo De Cataldo, il magistrato autore di “Romanzo criminale” e di recente giudice neltalent show letterario “Masterpiece”; Andrea Vitali, con il suo intrigante universo narrativo sviluppato sulle rive comasche.

E poi, il palermitano Santo Piazzese, con il suo “Blues di mezz’autunno” che si discosta dai precedenti romanzi noir; Fabio Stassi, di origini siculo-albanesi, con il nuovo “Come un respiro interrotto”; la messinese Alessia Gazzola, medico legale come Alice Allevi, protagonista dei suoi romanzi;

Non mancherà Giuseppe Catozzella, vincitore della prima edizione del Premio Strega Giovani con “Non dirmi che hai paura”, incentrato sul dramma dell’immigrazione.

Quest’anno Taobuk sarà anche enogastronomia, infatti con Gigi e Clara Padovani e il loro libro “Street Food all’italiana”, si conosceranno i sapori antichi che rappresentano il cibo di strada, oggi tanto tornato di moda, e con il Gambero Rosso e la Città del Gusto di Catania, insieme agli chef Peppe Barone e Pietro Parisi, si gusteranno prelibatezze e cultura.  piero-pelù-

Interverrà lo chef Carmelo Chiaramonte alla presentazione del libro di Roberta Corradin, “La Repubblica del maiale”, e durante la stesso incontro l’Arancia, simbolo della Sicilia, sarà protagonista con le spremute di Oranfrizer, partner dell’evento.

In queste ore non è ancora stato svelato tutto, ma sappiamo che la serata conclusiva del venerdi 26 settembre, vedrà l’esclusiva presentazione del libro di Piero Pelù, “Identikit di un Ribelle”, artista che manca dalla Sicilia da ben tre anni e che a fine serata regalerà una sua performance in chiave acustica agli intervenuti.

Sempre durante la serata serale interverranno  Francesco Piccolo, vincitore dell’ultimo Premio Strega con “Il desiderio di essere come tutti”, in cui analizza la vicenda della sinistra italiana.

La scena sarà poi di Vincenzo Pirrotta e Galatea Ranzi, attori della performance “Si dubita sempre delle cose più belle”, tratta dal carteggio tra Federico De Roberto e la sua amata, curato dalla studiosa Sarah Zappulla Muscarà.

GAD

 

 

Scrivi