Riceviamo e pubblichiamo.

CATANIA – Ho incontrato un viaggiatore, veniva da una terra lontana, mangiava del buon pesca seduto in prossimità del mare, mi ha parlato della bellezza della nostra terra…. del tepore del sole che rende piacevole stare all’aperto anche in mesi non proprio caldi, della squisitezza del cibo, dell’arte che è ovunque, della natura che si manifesta dal mare alla potente e imperiosa Etna, felice di aver dovuto anche cercare e scoprire, dei stupendi panorami intrisi di storia millenaria.

Nei suoi occhi era visibile oltre che la soddisfazione e la felicità di poter soggiornare in una terra tanto affascinante, una grande sorpresa disse: questa terra è bellissima ma quando sono arrivato, qualche giorno fa quasi ebbi timore. Effettivamente il buon giorno si vede dal mattino e il benvenuto appena atterrato all’Aeroporto è quantomeno “limitante” non si entra per niente in sintonia con la bellezza trasbordante della SICILIA. Appena si è atterrati c’è un anonimo impatto, neutro e per niente accogliente. Sarebbe stupendo trovare personale ben vestito curato nella forma e nella sostanza, punti d’informazione che immediatamente portino il turista o il viaggiatore a entrare in sintonia con il luogo stupendo che si va’ a visitare, molto peggio appena fuori il cemento preponderante auto ovunque, caos e confuso modernismo (inteso come contrasto del vecchio col nuovo)…. su cosa sia bello e della mutevolezza della bellezza potremmo discutere per anni, ma è anche vero che la bellezza risiede negli occhi di chi guarda come ci ricordava l’immenso Goethe.

E’ palese che urge un piano di pronto intervento per poter “presentare”, a chi arriva, la Sicilia, la bella SICILIA, nei luoghi di primo impatto come è l’aeroporto di Catania, che non solo a mio avviso ma anche a parere di

tanti isolani e non, ha un urgente bisogno di una importante cura di bellezza, sarà forse un sogno poter vedere un ambiente intriso di gentilezza e serenità, di fiori e piante indigene, opere d’arte, esposizione e possibilità di consumo di prodotti d’eccellenza, odori sapori che accolgano i visitatori facendoli pian piano immergere nella stupenda SICILIA, un biglietto da visita da “stampare” al più presto. Già ma è un sogno…… ma come ci suggerisce il grande Luciano Ligabue, non sono i sogni a dare forma al mondo?……..

Il Consigliere Camerale della Camera di Commercio di Catania

Rag. Alfio Fabio Micalizzi

Scrivi