di Maria Morelli

Domenica 7 febbraio p.v. a partire dalle ore 9,30 negli spazi antistanti la sede politica del Movimento Sicilia in Volo sito in Corso Italia, 45 presso la prestigiosa sede di Villa Manganelli, saranno avviate le petizioni di consultazione per la realizzazione del Ponte sullo Stretto, per l’apertura dei Casinò in Sicilia, per l’installazione obbligatoria delle telecamere negli asili-nido, nei centri per disabili e per gli anziani. Sarà inoltre avviata la Campagna “Compra Italiano – Compra Siciliano”, con la distribuzione gratuita di arance siciliane offerte dal Presidente Onorario del Movimento, dott. Iosto Palumbo.

Saranno presenti tutti i soci fondatori del Movimento e numerosi simpatizzanti, che contribuiranno alla raccolta firme su tre petizioni, di cui le prime due si occupano dello sviluppo economico possibile nella nostra terra, e la terza verterà sulle cosiddette fasce deboli della società. In aggiunta a ciò, la Campagna “Compro Italiano- Compro siciliano”, sarà volta a sensibilizzare i consumatori ad acquistare prodotti regionali, migliorando così la qualità dei cibi sulle nostre tavole e incentivando le realtà locali, sempre più strette nella morsa e nelle intricate logiche economiche delle multinazionali alimentari.

Il Movimento Sicilia in Volo chiede al Presidente del Consiglio dei Ministri di farsi promotore dell’approvazione di un provvedimento che preveda l’apertura dei Casinò in Sicilia, dove sono presenti i più importanti porti turistici, al fine di determinare sviluppo e le condizioni per favorire la dinamicità economica della nostra straordinaria regione.

“Nell’isola di Malta, che rappresenta soltanto il 10% della superficie del territorio dell’intera provincia di Catania, hanno 5 Casinò! – E’ assurdo!” – afferma indignata la dott.ssa Rosaria Leonardi, Presidente del Movimento.

Sicilia in Volo chiede altresì, al Premier Matteo Renzi, di adottare un immediato provvedimento che sia favorevole e dia avvio alla realizzazione del Ponte sullo Stretto di Messina, opera ormai peraltro “cantierabile”, al fine di promuovere sviluppo e una infrastrutturazione adeguata della Sicilia. “La sua realizzazione dipende dalla volontà politica, non ci sono dubbi”- aggiunge la Leonardi.

Infine, Sicilia in Volo chiede alle amministrazioni comunali di adottare un provvedimento che prevede l’obbligatoria installazione di apposite telecamere a tutela delle fasce più deboli negli asili-nido, nei centri per anziani e nei centri per disabili.

Maria Morelli

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi