Il ribasso delle case di seconda mano emerge dall’ultimo rapporto del portale Idealista.it. A Trapani il calo più significativo (-15%) ma il gruppo Blunda suggerisce che può essere l’occasione giusta per acquistare adesso.

Castellammare del Golfo (TP) – Il prezzo di mercato del mattone non è mai stato così basso. Secondo i dati diffusi dall’ultimo studio del portale Idealista.it, nel 2014 il costo delle abitazioni di seconda mano nel Belpaese è sceso complessivamente del 2,9% rispetto all’anno precedente.

La Sicilia si attesta come la seconda regione più economica della nazione (preceduta soltanto dalla Calabria) con una tariffa media di 1.309 euro al metro quadro. Le quotazioni scendono da Palermo (-5,7%) a Catania (-3,9%), passando per Caltanissetta (-2,5%) che si rivela al secondo posto tra le città meno care e Trapani dove si assiste al crollo dei prezzi più significativo di tutta Italia pari al 15%.

È per questo che il gruppo Blunda Costruzioni, presente con soluzioni immobiliari soprattutto su Trapani e provincia, interviene per suggerire il ritorno agli acquisti, mai così conveniente: «Diminuiscono i costi ma non viene intaccato il valore degli immobili, ci troviamo in quelle circostanze ideali in cui la crisi può allora tradursi in opportunità».

Il rapporto di Idealista.it sottolinea infatti come i dati indichino il 2014 appena trascorso come un anno di transizione verso una nuova fase ciclica che in questo 2015 potrebbe portare la ripresa delle compravendite. «La risalita del mattone è un fattore fisiologico» – continua Blunda Costruzioni – «Il suggerimento che diamo a chi vorrebbe acquistare una casa è allora quello di approfittarne adesso per fare un investimento che riesca a coniugare qualità e risparmio».

Scrivi