Taormina – Il Premio internazionale di poesia intitolato alla grande poetessa russa Anna Achmatova, sarà a diffusione mondiale per volere del governo della Russia, entusiasta perché Taormina ha dedicato il riconoscimento di poesia di genere femminile alla scrittrice ammirata in tutto il mondo e perseguitata da Stalin.

Lo stesso Vladimir Putin è un grande ammiratore della poetessa, la cui casa-museo è meta di visitatori da tutto il mondo.

Il Sovrintendente, ideatore del Premio Anna Achmatova-Taormina, Dino Papale, già insignito, lo scorso anno, della benemerenza culturale russa intestata a Pietro II il Grande, è stato, adesso, invitato a San Pietroburgo, assieme alla presidentessa della giuria del Premio, Marina Knyazeva, che è una delle figure più importanti della cultura russa contemporanea ed alla vincitrice della prima edizione, la poetessa russa Larisa Vasilyeva.

papale vecchioni  console al teatro anticoNei giorni nei giorni scorsi sul palco del Teatro Antico di Taormina si è svolta la cerimonia di premiazione del premio internazionale di giornalismo dedicato a Goethe, vinto, quest’anno, dal giornalista Claudio Angelini.

Il governo di Russia intende a ottobre, alla presenza delle massime autorità culturali e politiche, presentare al mondo culturale internazionale il Premio Anna Achamatova-Taormina.

Vladimir Korotov ministro plenipotenziario e straordinario di Russia con il compito di console per la Sicilia e la Calabria ha così affermato “affinché diventi da subito un evento d’interesse mondiale perché la grande poetessa russa è stata, soprattutto, una grande poetessa mondiale, conosciuta ed apprezzata in Russia come in Cina o negli Usa. Dobbiamo presentarlo, appunto, a San Pietroburgo, nella sua casa-museo visitata tutto l’anno. Qui saranno invitate tutte le maggiori espressioni dell’attuale cultura russa e internazionale. Spero che Taormina possa cogliere subito questa grande opportunità che le si offre senza ingiustificati ritardi perché il Premio,  inventato con Papale, può diventare uno dei più importanti Premi mondiali anche parallelo al Premio Nobel con una grande vantaggio d’immagine e di promozione turistica per Taormina e per tutta la Sicilia. Scriverò subito in tal senso una lettera al sindaco di Taormina Eligio Giardina”.

Proseguono le note di stima sul Premio, Vittorio Sgarbi ha detto “Geniale è stata l’intuizione dell’amico Papale di dedicare un premio alla famosa poetessa, che voleva essere chiamata poeta in quanto la poesia è universale. Irripetibile l’accoppiare Goethe ad Anna Achmatova , Taormina ha un’occasione unica, irripetibile e l’ho detto al Sindaco Giardina che mi ha voluto incontrare. L’iniziativa di Papale deve essere sostenuta in ogni modo perché è una splendida idea che porterà Taormina a diventare un faro nella cultura internazionale”.

Roberto Vecchioni dal canto suo ha dichiarato “Soltanto dalla testa del vulcanico e amico Dino Papale poteva nascere una simile accoppiata: Goethe – Achmatova. Papale ha le conoscenze culturali serie che possono far decollare i due Premi genialmente intestati ai due grandi punti di riferimento della letteratura mondiale e col massimo affetto abbiamo aderito a questa fantastica iniziativa e ci adopereremo per  farla diventare un evento di caratura internazionale come merita la poetessa e Taormina”.

Scrivi