San Vito Lo Capo – Estate, stagione di mare, vacanze e festival cinematografici, in tutto il territorio della nostra bella isola durante i caldi tre mesi si vive la magica atmosfera  di cinema sotto le stelle; si è da poco conclusa nella suggestiva cornice di San Vito Lo Capo la settima edizione del SiciliAmbiente Documentary Film Festival diretto da Antonio Bellia.

Un’edizione ricca di iniziative e di pubblico un grande successo dovuto sia alla bella location ma soprattutto ai tanti addetti ai lavori e nn solo, che si sono adoperati per il buon esito dell’iniziativa.

Il Festival realizzato con il contributo della Regione Siciliana, Assessorato Turismo, Sport e Spettacolo – Ufficio Speciale per il Cinema e l’Audiovisivo / Sicilia Filmcommission e stato promosso dal Comune di San Vito Lo Capo, dalla Demetra Produzioni e dall’associazione culturale Cantiere 7.

Il direttore artistico Bellia al termine del festival ha dichiarato <<Sono soddisfatto dell’esito di questa nuova edizione, che ha registrato un grande successo di pubblico e di attenzione da parte dei registi che hanno partecipato. Grande apprezzamento per i lavori in concorso è stato dimostrato da parte delle giurie delle diverse sezioni. Desidero ringraziare tutti coloro che a vario titolo si sono spesi per il buon esito della manifestazione, le istituzioni, i partners, lo staff e tutti i partecipanti>>.

Numerose le attività diurne del festival che hanno coinvolto grandi e piccini, e un programma serale di notevole interesse, tra i titoli in concorso vanno ricordati di certo “Zero Waste – Napoli senza monnezza” di R. Brunetti e “Il mondo di Nermina” di V. Fiumi, una coproduzione europea (Italia-Germania-Svizzera), la storia tratta la vita di Nermina che ritorna in Bosnia con il marito e i figli, malgrado i ricordi di guerra e la disoccupazione.

Un altro incontro degno di note è stato quello con Amnesty International, la presentazione delle campagne Sos Europa: Prima le persone e poli le frontiere, curato da di Amnesty International Italia e da #MILIONIDIPASSI di Medici Senza Frontiere.

Una giuria d’eccezione, ha decretato i nomi dei vincitori: per la sezione documentari hanno votato: la direttrice della scuola di documentari, televisione e nuovi media ZeLIG di Bolzano, Heidi Gronauer, il documentarista Lorenzo Hendel e il giornalista e scrittore Marco Roncalli.

Per la sezione corti e animazioni sono stati chiamati ad esprimere il loro giudizio gli attori Paolo Briguglia, Isabella Ragonesi e il critico cinematografico Franco Marineo.

Nella sezione corti mobili hanno invece votato: il funzionario della Soprintendenza per i Beni Culturali di Trapani, Renato Alongi insieme a Francesco Baroncini e Sabrina Gullo, da sempre turisti in bicicletta e promotori della mobilità urbana sostenibile.

 Tutti i premiati delle varie sezioni della VII edizione del SiciliAmbiente Documentary Film Festival:

 SEZIONE DOCUMENTARI:

  • PRIMO PREMIO: Leaving Africa di Liris Harma
  • SECONDO PREMIO: Sul Vulcano di Gianfranco Pannone
  • PREMIO OWN AIR: Zero Waste. Napoli senza monnezza di Raffaele Brunetti
  • MIGLIOR DOCUMENTARIO PER IL PUBBLICO: La Sùta. La nostra eredità nucleare in un triangolo d’acqua di Cristina Monti

SEZIONE CORTOMETRAGGI:

  • PRIMO PREMIO: An 27 di Wabinle Nabie
  • SECONDO PREMIO: Biodiversidad di Guillermo Chapa
  • TTPixel: Bukit Duri di Anne Murat
  • ACLI: La paralisi di Gianni Costantino

SEZIONE ANIMAZIONI:

  • PRIMO PREMIO: Stick and Stones di Isaac King
  • SECONDO PREMIO: Bella di notte di Paolo Zucca

SEZIONE CORTI MOBILI:

  • PRIMO PREMIO: Havana Bikes di Diego Vivanco e Ian Clark
  • MENZIONE SPECIALE DELLA GIURIA: Delivery di Michael Beach Nichols, Christopher K. Walker, Joshua Simpson.

Scrivi