Claudio Risicato, Presidente dell’associazione Antiracket “Rocco Chinnici”, esterna tutte le sue perplessità sull’emergenza sicurezza nella nostra la nazione, presa troppo sottogamba dai nostri politici, avulsi dai problemi reali

CATANIA – “Dopo aver visto i poliziotti protestare con la diffusione di volantini ai semafori, ritengo che in Italia il problema della sicurezza stia assumendo toni drammatici. I reati sono in costante aumento, la tensione sociale pure, il terrorismo fa sempre più paura e ciò nonostante gli uomini delle forze dell’ordine sul territorio sono sempre meno e male attrezzati”.

Protesta Sap

Protesta Sap

“I sindacati di polizia parlano di tagli indiscriminati e senza logica, di gravi carenze di uomini e mezzi.
Ma si può fare il risparmio a danno della sicurezza dei cittadini? In qualsiasi democrazia normale la risposta è no. Ma in Italia, dove accade tutto ed il contrario di tutto, sembra proprio di si”.

“E’ evidente che i nostri governanti vivono in una realtà virtuale, lontani dai problemi quotidiani dei cittadini. Essi godono di molti privilegi, hanno lussuose auto blu con lampeggianti e scorte, viaggiano in elicottero e vanno in vacanza con voli di Stato, le loro abitazioni sono super-vigilate, non conoscono quindi, i furti, le rapine, i mafiosi che chiedono il pizzo e tante altre cose che provocano disagi ed insicurezza”.

“E mentre essi vivono la loro beata situazione, molti cittadini richiedono, specie nelle regioni del nord Italia, il porto d’armi per difesa personale dichiarando di non sentirsi garantiti dallo Stato anche perché manca la certezza della pena per chi delinque”.

“Se in tempi di crisi bisogna stare molto attenti alle spese, bisognerebbe, allora, agire con la logica del buon padre di famiglia: fare risparmio sulle cose inutili e non necessarie”.
“Dopo gli ultimi scandali di queste settimane, come mai la legge anticorruzione è ancora impantanata in parlamento? Perché in Italia le opere pubbliche costano il triplo di quelle francesi o tedesche? Perché nonostante i proclami non si tagliano i costi della politica, le rendite ed i vitalizi? Perché nessuno vuol toccare i mega-stipendi e le liquidazioni milionarie dei manager di Stato. Perché nessuno vuole rivedere le così dette “pensioni d’oro”?”.

“Quanti miliardi di euro potrebbero essere disponibili se ci fosse una vera volontà politica di affrontare e risolvere i problemi citati”

“Una democrazia compiuta è tale se garantisce ai cittadini sicurezza, istruzione, salute. In Italia però si sa che è tutta un’altra storia”.

“E qualcuno si lamenta dei mancati investimenti esteri e della fuga dall’Italia di tanti giovani.
Signori del Governo, se ci siete battete un colpo….”.

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi