Sono state rese note le intercettazioni del giudice antimafia di giorno 19 luglio, anniversario dall’attentato a Paolo Borsellino. La Saguto, madrina della manifestazione “Le vele della legalità”  in memoria del collega, atrocemente ucciso dalla mafia, terminato l’incontro ha telefonato a una amica e ha pronunciato parole di derisione nei confronti della famiglia Borsellino. La sua rabbia è feroce contro Manfredi, la Saguto non comprende perché si sia è commosso durante la celebrazione, per un padre morto ormai da 23 anni; poi continua parlando della sorella Lucia definendola una “cretina precisa”. Sono frasi terribili quelle pronunciate dalla Saguto, agghiaccianti ancor di più dato che la signora è un giudice antimafia che indossa una toga e parla di leggi che dovrebbero condannare i mafiosi e elogiare uomini e colleghi come Paolo Borsellino, che ha donato la vita per la giustizia e per liberare la nostra terra da questo morbo.

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi