SIRACUSA – Sono 27, vengono da molte province della Sicilia e da altre Regioni d’’Italia e vanno dagli under 18 agli over 40; un grande interesse comune: l’imprenditoria civile come nuovo modo di fare economia.

Hanno dato il via alla terza edizione della Summer School di Economia Civile targata Avolab gli studenti- aspiranti imprenditori che dall’11 al 14 settembre seguiranno le lezioni della scuola presso l’Istituto Superiore di “Scienze Religiosa San Metodio”. Provenienti dalle province di Messina, Catania, Ragusa, Siracusa Palermo e Enna, ma anche da alcune città del nord come Genova, Varese e Torino hanno alle spalle percorsi eterogenei che vanno dallo studio (economia anzitutto, ma anche psicologia, biologia marina, comunicazione) a esperienze di lavoro differenziate. Tutti però guardano con interesse all’economia civile come nuovo approccio concreto al mondo del lavoro, sebbene con passioni e idee diverse. C’è chi, come Federica, Roberta e Chiara, catanesi di 23 anni,  partecipano alla Summer dopo aver vinto una borsa di studio presentando un progetto di innovazione sociale con l’idea di una cooperativa che assista le famiglie con figli che hanno disabilità psichiche o ritardi cognitivi; o chi, come Costanza e Giorgio, 25 e 24 anni, studenti di Economia a Palermo, vogliono saperne di più sui nuovi modi di fare economia. Ma c’è anche chi, come la siracusana Rosa, 43enne attualmente impiegata presso un’azienda alberghiera, sta pensando a sperimentarsi in una piccola impresa dedicata al wellness; o ancora chi, come Lucia Martina, 43 anni, gestisce in provincia di Varese il personale di un’azienda del settore chimico con 150 operai e ha deciso di venire in Sicilia a studiare come “si fa impresa con uno spirito nuovo, rimodulando obiettivi e metodi”.

 

Scrivi