SIRACUSA – L’ Asp di Siracusa, nell’ambito del potenziamento dei servizi resi ai cittadini, apre un ambulatorio per lo screening della osteoporosi senile all’interno del reparto di Geriatria dell’ospedale Umberto I del capoluogo aretuseo.

Grazie alla collaborazione con l’Istituto di Geriatria e gerontologia dell’Università di Catania, gli anziani della provincia potranno sottoporsi ai controlli per l’osteoporosi ogni ultimo martedì del mese, previa prenotazione al Cup con richiesta del medico curante.
“Si tratta di una iniziativa che ha trovato il forte sostegno ed incoraggiamento da parte dei vertici dell’Azienda – dichiara il responsabile del Reparto di Geriatria Alfio Cimino – a dimostrazione della volontà del management di erogare nuovi servizi sanitari ai cittadini, pur in un momento di contrazione di risorse, e che si rende possibile grazie anche alla sensibilità dell’Ateneo catanese e degli operatori sanitari dell’Umberto primo. Peraltro – aggiunge Cimino – si tratta di un servizio prevalentemente rivolto ad una fascia di popolazione, quella degli anziani e delle donne in fase post menopausale, in aumento esponenziale, visti gli andamenti demografici della popolazione e l’incidenza di una patologia, quella appunto della osteoporosi che, solo in Europa, colpisce ben il 30 per cento delle donne in menopausa di cui, almeno il 40 per cento, presenterà, statistiche alla mano, fratture osteoporotiche. Se poi consideriamo che i pazienti che riportano una frattura osteoporotica hanno, purtroppo, un rischio di morte, entro un anno, del 25 per cento e di perdere la loro autonomia nel 50 per cento dei casi, non è difficile comprendere l’importanza di incrementare la presenza, specie nei reparti di geriatria, di ambulatori per lo screening della patologia osteoporotica. In Italia oltre 18 mila anziani all’anno diventano invalidi per le conseguenze di una frattura di femore ed è nostro dovere, per quanto possibile, diffondere la cultura della prevenzione e diagnosticare, in modo tempestivo, una patologia così devastante”.
“La medicina e la scienza -afferma il direttore generale dell’Asp di Siracusa Salvatore Brugaletta- hanno certamente compiuto passi da gigante nel prolungare le aspettative di vita della popolazione anziana ma è nostro dovere garantire anche una condizione psico-fisica qualitativamente ottimale. L’apertura dell’ambulatorio di screening osteoporotico all’Umberto I vuole essere una risposta ad una malattia che incide pesantemente nella quotidianità dei meno giovani e che potrebbe essere arginata grazie a controlli periodici. Seppur in un momento di carenza di risorse la nostra azienda sente l’obbligo morale di impegnarsi per la tutela della popolazione di ogni fascia di età, mettendo in atto tutte le politiche necessarie”.

 

Scrivi