“L’intervento sui cipressi di villa Reimann è stato dettato da ragioni di sicurezza, perché c’erano rischi per la pubblica incolumità, ed era stato comunicato per tempo alla Soprintendenza ai beni culturali e ambientali con una lettera inviata lo scorso 20 gennaio”.
Lo afferma l’assessore al Verde pubblico, Teresa Gasbarro, rispondendo alle critiche mosse dal responsabile di Natura Sicula, Fabio Morreale, e dal consigliere comunale Salvo Sorbello.
“I cipressi – prosegue l’assessore Gasbarro – erano stati danneggiati dalle piogge abbondanti e dal vento dei mesi scorsi. Alcuni rami erano pericolanti e la situazione era resa ancora più rischiosa dal fatto che gli alberi sono stati piantati a ridosso del muro di cinta della villa. Tuttavia, come anticipato nella lettera alla Soprintendenza, il Comune sostituirà i cipressi ripristinando il filare ad una distanza di sicurezza dal muro”.
Afferma ancora l’assessore Gasbarro: “Facciamo ogni sforzo possibile per tutelare il verde pubblico. Quanto al censimento degli alberi secolari, il lavoro è già cominciato con la piena collaborazione delle associazioni. Contiamo molto, per le competenze che esprime, nell’aiuto di Natura Sicula che intendiamo coinvolgere anche per la cura di villa Reimann, in particolare per il roseto e per il papiro della fontana”.

Scrivi