SIRACUSA − “Confido che le indagini facciano luce sull’intera vicenda e che il dirigente e i consiglieri comunali coinvolti possano chiarire la loro posizione. Sono certo che i magistrati sapranno giudicare il ruolo di tutti. L’inchiesta di certo non inceppa l’Amministrazione, che è fatta per la stragrande maggioranza di persone per bene”.

Lo afferma il sindaco, Giancarlo Garozzo, in riferimento all’indagine della Guardia di finanza su asili nido, telesoccorso e impianti sportivi.

“Per amore di verità – continua il sindaco Garozzo – va detto che ieri negli uffici comunali non ci sono stati sequestri di documenti; è stata invece notificata da tre finanzieri una richiesta di esibizione di atti, che saranno messi a disposizione nei prossimi giorni”.

Prosegue il sindaco: “Non si conoscono i dettagli dell’indagine, ma sono certo che dal nostro insediamento abbiamo lavorato per mettere ordine su molti servizi da anni affidati senza gara. È stata la nostra Amministrazione a porre fine al sistema delle proroghe nella gestione degli asili nido, per la quale c’è stata una gara d’appalto, così come il campo di calcio Di Natale è gestito dal 2014 direttamente dal Comune senza affidare la gestione alle società. Quanto al telesoccorso – conclude il sindaco Garozzo – l’Amministrazione in carica, tra i tagli effettuati al suo insediamento, ha ritenuto tale servizio non indispensabile e quindi non lo ha mai finanziato”.

Il ‘caso’ è esploso ieri quando la Guardia di Finanza di Siracusa, nell’ambito di una indagine coordinata dal procuratore capo della Repubblica, Francesco Paolo Giordano e diretta dal sostituto procuratore, Marco Di Mauro, si è presentata al Municipio di Siracusa, dando esecuzione alla complessa attività.

Le indagini affidate al nucleo di Polizia tributaria mirano a far chiarezza sulla gestione degli asilo nido, che per oltre una dozzina di anni sono stati affidati senza un regolare bando, nonché sull’affidamento di altri servizi da parte del Comune di Siracusa. Acquisita anche copiosa documentazione al Comune aretuseo. i militari delle Fiamme Gialle hanno  apposto i sigilli ad un chiosco bar abusivo ubicato all’interno del campo sportivo ‘Pippo Di Natale’, gestito da un’associazione riconducibile a uno dei tre consiglieri comunali. Le indagini sono scaturite da una serie di segnalazioni pervenute alla locale Procura della Repubblica da parte di altri consiglieri comunali.

Scrivi