SIRACUSA − Sono cinque le persone coinvolte nelle indagini sulla passata gestione della Fondazione Inda, che gestisce la messa in scena dei grandi classici teatrali al Teatro Greco di Siracusa. Il reato ipotizzato è omissione ed emissione di fatture false. L’inchiesta riguarda l’operato dell’ex sovrintendente della Fondazione Fernando Balestra, il consigliere delegato Enza Signorelli, l’organizzatrice generale dell’istituto Vanessa Mascitelli, il marito Angelo Renato e il suocero Renato.

Per Ezechia Paolo Reale, coordinatore di ‘Progetto Siracusa’, “l’indagine avviata dalla Procura di Siracusa è motivo di grande preoccupazione.” La speranza è “che le indagini non interferiscano negativamente con l’avvio della nuova stagione 2015” e, seppur ribadendo il rispetto della presunzione di innocenza che assiste le persone coinvolte, Reale sollecita “il sindaco Garozzo, presidente della Fondazione Inda, e il nuovo Consiglio di amministrazione ad avviare un’indagine amministrativa interna sui fatti portati alla luce dalla magistratura e ad adottare misure immediate per evitare il ripetersi di situazioni analoghe”.

La risposta del sindaco Giancarlo Garrozzo non si è fatta attendere. “La Fondazione Inda sa ben coniugare il rispetto della presunzione di innocenza con la tutela dei propri interessi tant’è che esercita un rigoroso controllo sugli acquisti, sui servizi e su tutte le altre attività, svolte dai propri dipendenti con impegno e professionalità. Inoltre, fin dall’avvio delle indagini ha nominato un professionista per la tutela dell’Inda quale persona offesa del reato, riservandosi, dopo lo studio degli atti, di costituirsi parte civile nel processo penale. Ciò, si ripete, senza pregiudizi, senza anticipare giudizi affrettati e senza particolarismi”.  Il sindaco ha poi voluto rassicurare tutti sulla capacità della Fondazione di affrontare anche questo provvedimento giudiziario che rischia di sviare l’attenzione dalle rappresentazioni in programma. “Tutto il personale della Fondazione Inda sta lavorando con la passione e la dedizione che lo hanno sempre contraddistinto per offrire spettacoli di qualità a chi deciderà di assistere al cinquantunesimo ciclo di rappresentazioni classiche al Teatro Greco”.

Scrivi