SIRACUSA – I rifugiati diventano artisti per un giorno. E’ l’occasione promossa dall’Area Marina Protetta del Plemmirio in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato il 20 giugno alle 10. I minori stranieri non accompagnati , che giungono sulle nostre coste in qualità di richiedenti asilo politico, si daranno appuntamento nella sala Ferruzza-Romano e nell’attiguo locale Centimulo nella sede del Consorzio Plemmirio nella mattinata del 20 per dare vita ad una performance pittorica , accompagnati dal Difensore Civico per i diritti dell’Infanzia al Comune di Siracusa Francesco Sciuto, da veri artisti del pennello, e da giovani coetanei e daranno vita “dal vivo” a  20 opere che faranno parte integrante della mostra ‘’Naufrago’’ che sarà inaugurata l’8 luglio alla Galleria d’Arte Civica di Siracusa, Montevergini e che sbarcherà poi anche a  Lampedusa. L’iniziativa è dedicata in particolare a due giovani, Francesco e Promise, il primo siracusano, il secondo nigeriano, tragicamente scomparsi in mare poche settimane fa, nella stessa giornata. Per l’occasione è stata invitata all’evento oltre a tutte le autorità locali anche il presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini. “Vogliamo ringraziare l’Istituto d’Arte “Gagini” per il contributo alla realizzazione dell’evento, gli artisti, i tanti tutori dei MSNA (Minori Stranieri Non Accompagnati) e tutte le istituzioni – dice Sebastiano Romano e Rosalba Rizza, rispettivamente  presidente e direttore dell’Amp Plemmirio – per aver voluto celebrare questa importante giornata nella nostra sede. L’Area Marina è da sempre impegnata nella tutela dei diritti dell’infanzia basti citare il simbolo di Capo Murro di Porco diventato il Faro dei Diritti. Accoglienza, fruibilità e rispetto saranno sempre obiettivo primario del nostro lavoro in un momento tanto drammatico, in cui è necessario fare sentire la nostra partecipazione “.

Scrivi