SIRACUSA – Sulla situazione degli ex lavoratori Sotis che lavorano al Comune, l’assessore al Bilancio, Gianluca Scrofani, ha rilasciato la seguente dichiarazione.
“Non siamo rimasti con le mani in mano in attesa che la Regione assuma le sue decisioni in ordine all’esercizio provvisorio 2015 e quindi al destino dei precari degli enti locali. Per migliaia lavoratori siciliani il nuovo anno comincerà nel segno dell’incertezza. Ma i 17 ex Sotis del comune di Siracusa sanno di avere il pieno appoggio dell’Amministrazione che, proprio in queste ore, ha confermato l’integrazione al trattamento economico e ha pure deciso di anticipare la quota di competenza della Regione.
“Insomma, ci siamo fatti carico di un rischio sostituendoci alla Regione che, nel corso dell’anno, per due volte, è riuscita a farsi bocciare dal Commissario dello Stato l’integrazione per i lavoratori ex Sotis. Ed è un’assunzione di responsabilità a 360 gradi, perché contestualmente abbiamo compiuto un ulteriore passo inserendo gli stessi lavoratori nel bacino dei precari che compone il piano triennale delle stabilizzazioni.
“Stiamo affrontando la difficile situazione finanziaria attraverso un’attenta revisione delle uscite, che significa lottare gli sprechi ma anche capacità di puntare su una spesa fruttuosa. Il percorso da noi individuato è il riconoscimento dell’utile lavoro svolto per l’Amministrazione dai 17 ex Sotis, il cui destino non può più essere eternamente legato al regime delle proroghe”.

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi