5137_DSC_7786

A Siracusa la Guardia di Finanza ha effettuato un sequestro di ben 261 mila prodotti non sicuri, già immessi sul mercato con conseguente pericolo per gli eventuali incauti acquirenti.
Le Fiamme Gialle aretusee hanno portato a termine una serie di controlli finalizzati al contrasto della contraffazione e ad evitare l’immissione al consumo di beni messi in vendita senza essere stati assoggettati alle procedure di certificazione previste dalla normativa vigente.
Sono svariate le tipologie di prodotti di origine cinese, immessi nel territorio italiano, senza essere sottoposti ai previsti controlli. L’attività, che ha interessato l’intera provincia siracusana, è stata eseguita dai finanzieri dei vari comandi dislocati nel territorio e ha riguardato esercizi commerciali gestiti da cinesi.
Sono state rilevate irregolarità connesse con la detenzione per la rivendita di vari prodotti tra i quali cosmetici, giocattoli e bigiotteria privi del marchio di conformità CE (spesso dissimulato dal logo “China export”) nonché di prodotti per l’igiene e la cura della persona, capi di abbigliamento di marche famose e altrettanti accessori quali orologi, scarpe, borse, cinture, tutti contraffatti.
Gli articoli sequestrati sono stati rinvenuti esposti sugli scaffali di vendita, quindi pronti per essere immessi al consumo. Oltre alle merci sottoposte a sequestro sono stati individuati 8 lavoratori irregolari, quindi in nero, e sono stati denunciati all’Autorità giudiziaria 3 soggetti per detenzione di merce contraffatta.
Sono in corso ulteriori indagini per individuare i canali di approvvigionamento della merce illecita rinvenuta per arrivare alla disarticolazione della catena logistica, organizzativa e strutturale della filiere illecite.
I titolari dei negozi ispezionati sono stati segnalati anche alla camera di commercio di Siracusa per le violazioni previste dal Codice del consumo e per la successiva confisca e distruzione dei prodotti sequestrati.

A proposito dell'autore

Giornalista free lance - Educatore dell'infanzia

Comincia la sua carriera giornalistica scrivendo per il giornalino del liceo scientifico che frequenta. Entra a far parte della redazione catanese del Giornale di Sicilia, da cui non si è mai separato, nel 2005. Primo articolo ufficiale realizzato il 23 ottobre 2005 (a 19 anni ma il 31 ottobre sarebbero stati 20) per la gara di calcio di Prima categoria Calatabiano - Victoria 1-0. Dopo anni di studio e sacrifici ottiene la laurea in "Educatore dell'infanzia" nel 2013. Attualmente collabora anche con gds.it, con HercoleTv e con il mensile Il Cittadino Libero. Ama il cinema, i concerti, i viaggi e la buona musica. Ha visitato tutta la Sicilia, Malta, il Salento, Roma, Venezia, Milano, la Romagna, Firenze, Pisa, Lucca, Ascoli, Varese, Aosta, Caserta, Napoli, Perugia, Parigi, Barcellona, Basilea, Ginevra e Lugano. Lo sport in generale è la sua passione ma specialmente il calcio, la pallavolo, il basket e l'atletica leggera. Inoltre segue costantemente la cronaca nera, bianca e la politica.

Post correlati

Scrivi