SIRACUSA – “Verso Siracusa città educativa” è il titolo del workshop che per due giorni, domani e sabato, vedrà diversi soggetti sociali impegnati nella definizione di un progetto per una città che, accanto alle funzioni tradizionali, miri al benessere collettivo recuperando il valori delle relazioni, della memoria e dell’identità. L’incontro si terrà all’Antico mercato, in via Trento, e sarà aperto domani alle 16 dai saluti del sindaco, Giancarlo Garozzo, e dell’assessore alle Politiche educativa, Valeria Troia.
L’iniziativa è l’effetto dell’adesione di Siracusa a “La carta delle città educative”, sottoscritta dal sindaco Garozzo e formalizzata ,il 13 novembre scorso, nel meeting di Barcellona dell’Associazione internazionale città educative.
L’obiettivo delle due giornate è di arrivare, lungo passaggi successivi, alla “Carta di Siracusa città educativa”: venerdì saranno illustrati gli scenari e sabato si parlerà di contenuti. Già dal mese di ottobre si era messa al lavoro una cabina di regia per l’individuazione, attraverso la partecipazione dei cittadini e di soggetti portatori di interesse, di interventi urbani rispondenti all’etica delle responsabilità. In questi mesi la cabina di regia ha individuato una rete idonea ad avviare e sostenere questo percorso; con il workshop dell’Antico mercato i principi contenuti nella Carta internazionale saranno riempiti di contenuti concreti secondo tre direttrici: inclusione e recupero sociale; partecipazione e beni comuni; benessere e sostenibilità.
“Diventa adesso fondamentale lavorare insieme – afferma l’assessore Troia – allargando l’orizzonte e coinvolgendo la Comunità nella costruzione di un patto per la città educante, che abbia l’obiettivo di definire strategie e approcci volti alla costruzione di una continuità di valori secondo contesti differenti, favorendo una tensione sistemica e un costante confronto. Un patto che si assume l’impegno di guardare al futuro, in grado di affrontare le sfide attraverso la partecipazione, intesa come coinvolgimento e contributo, dentro ai valori della corresponsabilità e della democrazia”.
Il workshop coinvolgerà dirigenti scolastici, insegnanti, alunni, consulte studentesche, associazioni, professionisti e cittadini e ciascuno darà il proprio contributo in base ai rispettivi ambiti di competenza. Nella prima giornata, dalle 16 alle 18, otto relatori definiranno gli scenari in cui intervenire; sabato, dalle 10 alle 12,30, si terrà la fase interattiva e partecipativa con i tavoli di lavoro finalizzati alla scrittura della “Carta di Siracusa città educativa”.

Scrivi