Maria Morelli

SIRACUSA – La kermesse “SiraGames”, ideata ed organizzata da tre brillanti ragazzi di Siracusa, Massimo Cortese, Noemi Dugo e Francesco Sincero, anche quest’anno è stata foriera di tantissime novità ed eventi inediti legati al mondo del gioco e del divertimento. Domenica scorsa nel Palazzetto dello Sport “Concetto Lo Bello”  di Siracusa si è svolta questa giornata intensa all’insegna di confronti di culture, giochi e spettacoli.

Francesco Sincero, come e quando vi è nata la passione per questo mondo fantastico?

“Massimo c’è caduto dentro da piccolo (come Obelix), Noemi è stata trascinata in questo mondo dalla sorellina (che l’ha costretta!) ad accompagnarla ad un evento, così insieme abbiamo scoperto il fantastico mondo delle manifestazioni di questo genere. Non molto tempo dopo aver vissuto quest’esperienza, Noemi ed io abbiamo deciso di recarci dal nostro comune amico Massimo (esperto del settore), nell’intento di discutere della creazione di un evento a Siracusa”.

Il vostro bacino di utenza sin dove si spinge?

“A dire il vero non esiste un’età o una regione ben stabilita, basta aver voglia di divertirsi; per quanto ci riguarda abbiamo avuto partecipanti settantenni e provenienti anche da Milano”.

Francesco, credi che questo tipo di evento socio-culturale possa essere un valido volano per lanciarel’economia locale di Siracusa ?

“Certamente! Manifestazioni di questo genere riescono ad aumentare la fama della città. Ad esempio Lucca, già splendida città di per sé, grazie alla sua manifestazione arrivata ormai al 50° anno di vita riesce a raggiungere tranquillamente 600.000 presenza e oltre, innescando cosi una catena virtuosa che porta benessere a tutti i cittadini. Anche la nostra vicina Catania vanta un ormai collaudato Festival internazionale del Fumetto e della Cultura Pop, “Etna Comics”, che dedica la sua attenzione al fumetto, al cinema d’animazione, ai giochi da tavolo e ai videogiochi. Si tiene annualmente a Catania presso il centro fieristico le Ciminiere”.

A che edizione siete giunti? E quali sono i vostri progetti e aspirazioni per il futuro?

“Siamo giunti alla 5°edizione e contiamo di aumentare il nostro bacino d’utenza proponendo ospiti sempre più di spicco, tra i nostri sogni non neghiamo di avere il desiderio di ospitare doppiatori, cantanti, disegnatori e autori italiani e stranieri che hanno segnato la nostra infanzia (e non solo la nostra!).Ovviamente c’è molto altro da dire ma non basterebbero poche righe, quindi vi invitiamo a venire a trovarci per scoprire tutto quello che abbiamo in serbo per voi”.

 


-- SCARICA IL PDF DI: SiraGames, divertimento allo stato puro --


Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata