Società, Incontri, talk e spettacoli per dire no al Femminicidio

LINGUAGLOSSA – È calato il sipario su “V Day-Amore da vivere e non da morire”, l’evento contro il femminicidio promosso dall’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Rosa Maria Vecchio. Una tre giorni di incontri, relazioni e testimonianze che hanno coinvolto l ‘intera comunità e le scuole del territorio.

Infatti l’autrice del libro “L’Amore criminale” e autrice e regista della trasmissione “Amore criminale”, Matilde D’Errico, affiancata dall’attore, Fabio Boga, ha incontrato gli studenti del biennio e del triennio, in due incontri mattinali, presso l’aula magna dei licei Scientifico e Linguistico “M. Amari”. Gli alunni coordinati dall’insegnate Sara Curcuruto, hanno seguito con vivo interesse, alla presenza del dirigente scolastico, Giovanni Lutri, del sindaco, Rosa Maria Vecchio e dell’assessore alla P.i, Rosario Grasso, gli interventi dei relatori, intervenendo con mirate e specifiche domande sulla violenza del genere, trovando esaustive riposte grazie alla grande professionalità, al garbo e alla gentilezza dei relatori, che si sono detti disponibili ad ascoltarli anche in privato.

L’epilogo della tre giorni, è stato il talk show condotto e diretto artisticamente da Patrizia Tirendi, ospitato al cinema Bellini, che ha visto la partecipazione di Matilde D’Errico, autrice e regista della trasmissione “Amore criminale” in onda su Rai3, del magistrato e scrittore, Santino Mirabella, della criminologa Valeria Lo Bianco, della deputata nazionale, Luisa Albanella, degli attori Fabio Boga, artefice del collegamento con la produzione di Amore criminale in quanto attore del set televisivo della nota trasmissione in onda su Rai 3, degli attori: Fabio Boga, Mario Opinato e dello sceneggiatore Sergio Zagami per lo shortfilm Premio per la migliore sceneggiatura”. Si tratta di un cortometraggio per la regia di Alfio D’Agata, che racconta una storia di femminicidio, tra amore, passione ed intrecci e che è stato proiettato in conclusione di serata.

Tanti gli artisti che si sono esibiti gratuitamente e che hanno allietato lo spettacolo intercalando gli interventi dei relatori. Lo show è stato animato dalla musica e dal canto della soprano Sarah Ricca e del musicista e cantautore Emanuele Pavano. Lo spettacolo è stato impreziosito dalla recitazione delle attrici della locale associazione “Miscialai”, ed ancora di Gabriele Vitale, Vincenzo Recca e Alessandra Azzarello del Cams (diretto da Fioretta Mari). Un momento è stato dedicato al giovane artista linguaglossese Karim Daidone, con le sue musiche e i suoi video. In passarella invece hanno sfilato le creazioni della stilista Graziella Bonaccorso.

Il sindaco ha ricevuto, per l’iniziativa, un plauso speciale dal Comitato nazionale Anci Pari Opportunità’, firmato da Simona Lembi.

«Quando l’indiscussa professionalità si abbina al grande cuore- ha commentato il primo cittadino linguaglossese, Vecchio- il risultato è senz’altro coinvolgente perché quello che si ha dentro si riesce a farlo percepire agli altri. Ne ho avuto conferma in particolar modo a scuola, con i ragazzi che sono stati per tre ore attenti, interessati e partecipi. Grazie a tutti voi, è stato un vero piacere avervi ospitato e aver potuto far riflettere, soprattutto i giovani, su questa drammatica problematica. Il sapere poi che lo avete fatto senza alcun guadagno è un valore aggiunto che vi fa onore. Se questa manifestazione avrà aiutato anche una sola donna o un solo uomo ne è valsa la pena».

«Questo evento – ha dichiarato l’assessore Grasso- ha trasmesso motivi di riflessione alla nostra comunità e soprattutto ai ragazzi del liceo ed a me personalmente ha dato l’opportunità di conoscere persone meravigliose con le quali si è subito instaurato un rapporto di amicizia. La manifestazione è stata positiva in tutti i suoi contenuti».

Le serate si sono concluse con degustazione di vini e formaggi grazie alla collaborazione di una nota azienda vinicola del territorio, per la sensibilità e disponibilità dei fratelli, Delfo e Francesco Raciti.

Scrivi