di Umberto Pioletti 

La Trinacria del sollevamento pesi fa festa. Grazie a Mirco Scarantino, che ha conquistato il titolo europeo Juniores della categoria 56 kg per il secondo anno consecutivo. Fa festa soprattutto Caltanissetta, la città dove Mirco è nato, e dove questa disciplina sportiva vanta solide tradizioni ed un ottima scuola. Dopo i positivi piazzamenti ai Mondiali in Kazakistan dove ha brillato un’altra nissena Genny Pagliaro, la nazionale italiana si è fatta valere anche ai campionati Europei Juniores e Under 23 di Pesistica a Cipro.

Nella giornata inaugurale, sono saliti in pedana due azzurri, Mirco Scarantino e Michael Di Giusto. Nello strappo Mirco si è fermato ai 108 kg della prima prova, fallendo le alzate con 113 e 116 kg sul bilanciere; 108 kg che gli sono valsi il primo oro di giornata, quello di strappo, 6 kg sopra al secondo, il rumeno Ciotoiu. Anche nello slancio è stata sufficiente una sola prova valida, sempre la prima, con il bilanciere carico a 132 kg (10 kg sopra Ciotoiu, ancora secondo alle sue spalle), per aggiudicarsi i restanti ori, quello di slancio e quello di totale con 240 kg. Le gioie per l’Italia non si sono esaurite con la gara di Scarantino; anche Michael Di Giusto, in gara nella 62 kg, è stato protagonista di una grande prestazione che lo ha visto salire sul podio finale in terza posizione con 266 kg di totale, mettendosi al collo una preziosa medaglia di bronzo, accompagnata dall’argento di specialità nello slancio.

Michael, classe 1995 come Scarantino, dopo aver chiuso lo strappo in settima posizione con il risultato di 117 kg, si è scatenato nello slancio sollevando 146 kg in ingresso e 149 kg in seconda prova, misura che gli ha consegnato il bronzo nel totale e l’argento di specialità.

Scrivi