Una ricetta umile, venivano definiti così gli Spaghetti al nero di seppia proprio perchè preparati con lo scarto di questo pesce e invece sono diventati uno dei piatti ambasciatori della Sicilia nel mondo.

Quale migliore occasione per proporlo durante il cenone della vigilia e tingere le bocche dei vostri commensali di nero, fatto che il galateo sconsiglia ma che rende questa pietanza divertente oltre che squisita !

Spaghetti al nero di seppia:

Ingredienti:

4 seppie di media grandezza – 2 cucchiai di concentrato di pomodoro – mezzo bicchiere di vino bianco secco – 1 cipolla dorata – 350 grammi di spaghetti – olio e sale q.b. – 1 peperoncino

Preparazione:

Tagliate finemente la cipolla e mettetela in una  pentola con 5 cucchiai di olio, fatela appassire lentamente a fuoco basso.

Nel frattempo, pulite bene le seppie, tagliatele a strisce sottili comprese le loro code; metterle nella pentola, alzando il fuoco, fatele soffriggere bene e sfumare con il vino bianco.

Unite alle seppie il concentrato di pomodoro, il  peperoncino e il nero delle seppie. Il sugo si tingerà di un colore nero molto denso.

Fate cuocere a fuoco basso per circa 15-20 minuti, mi raccomando assaggiate prima di aggiungere il sale perché il ‘nero’ della seppia è naturalmente salato, attenti quindi a non esagerare.

Cuocete gli spaghetti e scolateli al dente, quindi conditeli con il sugo amalgamando il tutto con un filo di olio d’oliva extravergine.

Impiattare e servite i vostri spaghetti al nero di seppia, avendo cura di guarnire i piatti con abbondanti pezzi di pesce.

Buon Appetito !

A.M.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi