di Lilia Scozzaro

Claudio Baglioni (Roma, 16/5/1951), un bel ragazzo con gli occhiali, che presto non userà più, e per rendere migliore la sua immagine, userà le lenti a contatto. Il padre contadino fino a 18 anni, poi si arruolò nei carabinieri, andando in pensione con il grado di maresciallo. La madre, casalinga, faceva la sarta per arrotondare le entrate del marito. Claudio, figlio unico studiò per fare il geometra. Ma decide, invece, di suonar canzoni con la sua chitarra, presentandosi con abiti di color nero.

Claudio_Baglioni_concerto_torinoI suoi preziosi musicali iniziano negli anni ’70. Gli anni ’70!!!  Una strana ( dicono ) generazione in cui si viveva una vita senza tecnologia, e nessuno, credo, abbia dimenticato un periodo senza Social o senza cellulare in tasca.  Si facevano lunghe passeggiate per incontrare quell’ amico che ti faceva battere il cuore, per vederlo, sorridergli, e conservare nella mente la sua immagine, per poi ritrovarla nei sogni notturni. Incontrare l’Amore fantasticando, e non attraverso un Monitor, ma guardandosi negli occhi, tenendosi per mano, il calore di un abbraccio, e come colonna sonora una   semplice  canzone  di Claudio Baglioni.   Ecco!  ” La semplicità ”  nei suoi testi, senza pretendere di lasciare alcun messaggio. La  fragilità, la  timidezza, le forti emozioni. Chi non ricorda la canzone dei sentimenti adolescenziali?    “ Questo piccolo grande amore “,  1972, l’ Amore di due ragazzi romani, la più popolare fra le canzoni italiane. “ E  tu “ del 1973,  l’Album più noto, e  Baglioni è già una Star. “ Passerotto non andar via “,  con questa frase iniziava  uno dei suoi primi successi “ Sabato pomeriggio” era il 1975.  Adesso si aspetta il suo ritorno!  “  ConVoiRetour “ Ed è ritornato,  da febbraio a maggio, ha già letteralmente entusiasmato 200 mila persone in tutta Italia. Un’altra  tappa, domani sera  6 dicembre.   al Palasport  di Acireale. Sarà un concerto da “tutto esaurito” .

BagGli organizzatori hanno messo in prevendita l’ultima dotazione di biglietti del “ ConVoiReTour ”, prodotto da F&P Group ed organizzato ad Acireale da Giuseppe Rapisarda Management. Uno spettacolo che, in questo giro di appuntamenti autunnali, propone un repertorio vastissimo di 35 brani, due in più rispetto al precedente ‘Con voi Tour‘, in oltre tre ore di spettacolo di musica e parole. Una scaletta che mette insieme 40 anni di carriera, partendo da straordinari successi. Una fantastica notte di note, durante la quale Baglioni e i suoi 13 polistrumentisti, e l’intera squadra di 90 carovanieri, porteranno in scena, in uno spazio allestito con impalcature, teloni, murales, elmetti. Tutta un’altra musica” si legge, a mo’ di graffito, su una delle pareti in costruzione del “cantiere”: l’originale spazio-scenico – un multiforme mondo in continua, sorprendente evoluzione – nel quale Baglioni ha voluto ambientare il ConVoiTour 2014, per sottolineare l’idea portante del suo show: l’arte della ricostruzione. “La ricostruzione – spiega Baglioni – non è un fatto individuale, ma un processo collettivo. Tutti sono chiamati a fare la propria parte, a mettere in gioco idee, valori, volontà, in una parola: se stessi, perché il futuro è una città che si disegna e si costruisce insieme. Ognuno di noi operaio di questa opera”. Uno spettacolo di suoni, luci e scene, esaltante e coinvolgente, affidato alla bellezza di melodie immortali che non smettono di appassionare generazioni di fan, all’intensità dei testi, alla forza di nuovi, trascinanti arrangiamenti che rivelano un’anima decisamente rock, alla sensibilità verso ogni genere musicale ed  al sound ricco, solido e sapiente di una band che non si concede e non concede un solo attimo di tregua alla fabbrica delle emozioni.

20131002_claudio_baglioni_con_voi_486b

I biglietti per l’appuntamento con Claudio Baglioni al Palasport di Acireale sono in vendita nelle prevendite abituali al costo di 80,50 euro (Platea A), 69 euro (Platea B), 51,75 euro (Tribuna numerata) e 40,25 euro (gradinata non numerata), diritti inclusi. Tagliandi disponibili anche su internet agli indirizzi ctbox.it e ticketone.it. Info: 0957167186.

A proposito dell'autore

Generalmente parlo poco della mia persona e dei fatti miei. “ Il pericolo è il mio mestiere “, è il filo conduttore che guida tutta la mia esistenza lavorativa (e non solo). Non ho mai temuto di imbarcarmi in imprese estreme, di svolgere attività rischiose, di avere pericolose responsabilità, e non accontentandomi di un ripetitivo lavoro d’ufficio, ho voluto sempre mettermi alla prova. Dopo aver vissuto una vita davanti al microfono/mixer, e a tutte quelle apparecchiature che occorrono per intrattenere gli ascoltatori di una Radio, eccomi qui, collaboro con un giornale on line “ Sicilia Journal “. E’ stata un’ impresa all’inizio, ed ho cercato di gestire questo mio nuovo compito con calma e molta discrezione. Grazie a Silvia Ventimiglia ed al direttore del giornale Daniele Lo Porto. Buona lettura a tutti!

Post correlati

Scrivi