Carlotta Bolognini con il padre ManoloCATANIA – Approda a Catania “Figli del set”, il film del regista catanese Alfredo Lo Piero, tratto da un’idea di Carlotta Bolognini, figlia del produttore cinematografico Manolo e nipote del regista Mauro.

Concluse le riprese a Roma – a Cinecittà e nel Castello della Castelluccia – la troupe si sposta adesso al Museo del cinema della città etnea, uno fra i più belli d’Italia.

Il film, che descrive oltre cinquant’anni di storia italiana e del cinema d’autore, attraverso i racconti di tanti figli d’arte, può vantare la magistrale “voce narrante” di Giancarlo Giannini.

Fanno parte del cast nomi importanti come Manolo Bolognini, Barbara De Rossi, Anna Kanakis, George Hilton, Danny Quinn (figlio di Anthony), lo scenografo Francesco Frigeri (insignito di prestigiosi riconoscimenti, fra cui il Nastro d’Argento e il David di Donatello), la storica e prestigiosa Anna Mode. Segretaria di produzione – oltre che attrice del film – è Margherita Spoletini, figlia di Pippo (capogruppo di troupe e uomo di fiducia di Federico Fellini).

Tra i tanti nomi che collaborano al progetto, Pietro Tenoglio, invitato negli anni scorsi da Alfredo Lo Piero a tenere alcuni seminari nella città etnea, coinvolgendo i suoi allievi sul set del nuovo film girato a Roma e a Catania.

Il film si avvale soprattutto di tecnici siciliani, tra cui il gruppo di produzione siciliano “Tivissima”, capeggiato da Giuseppe Bennica e composto da: Massimo Alaimo, Melissa Bennica, Domenico Presti, Salvatore Giglia, Salvo Nobile, Girlando Fiorenza, Chiara Sanzo, Maria Fiorenza, Gabriele Bunone, Salvo Provenzano.FOTO SET, IL CASTELLO

Partecipano inoltre ex studenti “eccellenti” della Scuola cinema Catania – diretta da Alfredo Lo Piero – e suoi vecchi collaboratori come il costumista Alfonso Zappulla, che nel film sta curando i costumi, lo scenografo Mirko Miceli e il fotografo di scena Alessandro Favara.

Proprio in questi giorni la Scuola, emanazione del Centro studi Laboratorio d’arte, festeggia i suoi 10 anni di vita, caratterizzati da una formazione altamente qualificata in ambito cinematografico.

Scrivi