Per la quarta edizione del Trofeo di Pugilato Etnapolis occhi puntati sulle promesse della boxe siciliana, Gaetano Guttà e Giuseppe Brischetto

Con la quarta edizione del Trofeo Internazionale di Pugilato, che si svolgerà stasera a partire dalle ore 18, la grande boxe torna a Etnapolis per infiammare tutti gli appassionati, uomini e donne, di questo sport. Protagonisti assoluti della kermesse sportiva saranno gli atleti professioni catanesi Gaetano Guttà e Giuseppe Brischetto.

Il Trofeo Internazionale di Pugilato Etnapolis è organizzato dall’Accademia dello Sport di Pierluigi Tumeo e ha il patrocinio della Federazione Pugilistica Italiana (FPI) e della Lega Pro Boxe, associazione che  riunisce tutte le società organizzatrici di eventi di boxe professionistica sul territorio nazionale ed è impegnata a sostenere e a divulgare l’attività del pugilato in Italia.

Gli incontri cominceranno dalle 18 quando sul ring si affronteranno gli atleti della categoria dilettanti di questa storica disciplina sportiva. “Sono giovani sportivi – spiega Tumeo – uomini e donne, la cui età oscilla tra i principianti di 13 anni fino ai più maturi di 40. Un bella ribalta, questa del trofeo Etnapolis, per consentire agli allievi più promettenti di mettersi in luce e di acquisire più sicurezza dal momento che l’incontro si svolge davanti a un pubblico”.

I match più importanti, quelli che già si annunciano come il vero e proprio show della serata saranno quelli dei professionisti siciliani della boxe che raduneranno a Etnapolis i numerosi appassionati di questo sport. Si comincia alle ore 20 e l’attesa dei tifosi è tutta per il campione catanese Gaetano Guttà, categoria Superwelter (massimo 68,800 kg di peso), che sfiderà l’abruzzese Amedeo Maurizio.

Prima di Guttà, per la categoria Super Medi (ovvero 78 kg), si affronteranno Giuseppe Brischetto, atleta acese che si allena in una palestra della frazione di Scillichenti, e il bosniaco Nikola Matìc.

Scrivi