“Felice di aver sposato il progetto Catania, ho subito detto di si. Siamo un gruppo giovane e ambizioso”.

Esplosivo, giovane e reattivo. Il nuovo che avanza, tra i pali del Catania Calcio a 5, porta il nome di Lorenzo Leopardo felino di nome e di fatto. Il portiere romano è uno dei volti nuovi della formazione etnea pronto a convincere coach Ferrara durante la stagione. L’anagrafe è dalla sua parte, classe 1994 ma già con presenze nel campionato di serie B con la Maglia dell’Olimpus Roma promossa lo scorso anno in A2, ma soprattutto punto di riferimento dell’Italia Under 21 con oltre 25 presenze accumulate in maglia azzurra.

“Sono molto felice di aver sposato il progetto tecnico del Catania C5 – afferma l’estremo difensore Lorenzo Leopardo – quando il mio procuratore Andrea Candeloro mi ha parlato di questa possibilità e del progetto della società etnea ho detto subito si. E’ stata allestita una squadra giovane con grande prospettiva per il futuro, pronta poi a giocare un buon campionato per centrare una tranquilla salvezza”.

Faccia d’angelo quella di Leopardo ma la critica sportiva parla delle sue notevoli doti a difesa dei pali: reattività, istinto ed esplosività le sue caratteristiche migliori con la personalità da affinare gara dopo gara con i compagni.

“Stiamo lavorando in maniera intensa da pochi giorni ma già note la voglia di fare di questa squadra. Mi hanno parlato molto bene anche di mister Ferrara sarà un piacere imparare anche da lui. Abbiamo notevoli qualità tecniche e anche quella spregiudicatezza che contraddistingue i giovani”.

Dalla capitale imperiale Roma, nativo del quartiere Cassia, alla barocca Catania però gli obiettivi del numero uno Leopardo non cambiano: “spero solo di dare il massimo e la mia abnegazione sarà totale. Catania è una città splendida, ho già avuto modo di visitare il centro storico, la stupenda Acitrezza, e poi la gente è fantastica. Faccio solo una grande in bocca al lupo a tutti i miei compagni e di regalare emozioni e sorrisi durante la stagione”.

Scrivi