Non inizia al meglio l’avventura dello Sporting Trecastagni che nella prima giornata viene sconfitto per 2-3 del Città di Catania sul campo di Zia Lisa. Al termine dei novanta minuti sorride la squadra di Platania, che con un rigore decisivo di Messina porta a casa la vittoria. Succede quasi tutto nel primo tempo. Al 15′ passano gli ospiti: dagli sviluppi di un calcio piazzato è bravo capitan Giacone che di testa realizza per il momentaneo vantaggio ospite. Il Città di Catania non si disunisce e trova il pari poco dopo. Al 21′ Messina in area di rigore elude l’intervento di un difensore con una finta e con il destro sul primo palo infila Ravasco per l’1 a 1. Al 25′ è il Trecastagni ad andare a segno sugli sviluppi di un calcio di punizione. Falletta non è perfetto, la palla rimbalza davanti al portiere cogliendo in pieno la traversa ed è bravo Murabito a farsi trovare nel posto giusto al momento giusto per ribadire in rete con un facile tap-in. I continui cambi di fronte caratterizzano il primo tempo, ed è così che due minuti dopo il Città di Catania prova ad impensierire la difesa gialloblù: Arrabito viene atterrato in area, l’arbitro dà il calcio di rigore ma in precedenza l’assistente aveva segnalato una posizione di fuorigioco. Il vantaggio del Trecastagni regge poco, poiché al 29′ arriva il pari dei padroni di casa. Gol rocambolesco di Garozzo che si vede respingere sulla linea una prima conclusione, stessa sorte per Messina, ma al terzo tentativo ancora Garozzo stavolta non sbaglia. Episodio dubbio al 37′ ai danni dello Sporting Trecastagni con Giacone che va via sulla destra, prova la conclusione con il destro, Abate sbuca sul secondo palo e in spaccata mette il pallone in rete, ma l’arbitro annulla per una presunta posizione di offside. La ripresa sembra la brutta copia del primo tempo, poche occasioni da rete e tanta bagarre a centrocampo. Al 75′ ghiotta occasione per gli ospiti con il neo entrato Aniello, che da buona posizione manda la palla sul fondo. Quando il pari sembra accontentare un po’ tutti ecco che arriva l’episodio che cambia le sorti del match. All’88’ Messina prova ad andar via in area di rigore, Lombardo entra in scivolata sull’attaccante causando il fallo da rigore. Dal dischetto va lo stesso Messina che non sbaglia per il definitivo 3 a 2 che regala i primi tre punti della stagione al Città di Catania. Mister Luca Di Gregorio ha dichiarato: «Eravamo consapevoli che non era facile, ma per ciò che abbiamo mostrato in campo il risultato ci penalizza. Abbiamo sprecato molte palle gol nel secondo tempo e alla fine un episodio ci fa uscire sconfitti. Era la prima partita, adesso lavoriamo intensamente in vista della prossima gara di sabato contro l’Adrano. »

 

Città di Catania: Falletta D., Falletta A., Coniglio, Mirabito, Arena (39′ Crisafulli), Garozzo, Famà (39′ Lazzara), Maiolino (65′ Maesano), Arrabito, Messina, Romano.

All. Carlo Platania

 

Sporting Trecastagni: Ravasco, Giampiccolo, Mirabella, Russo, Lombardo, Murabito, Giacone, De Luca (67′ Aniello), Iddrisu (58′ Inserra), Bonnici (79′ Silvestri), Abate.

All. Luca Di Gregorio

Scrivi