Il presidente della repubblica ha chiamato al telefono Fabrizio, medico catanese ricoverato allo Spallanzani per aver contratto il virus Ebola. «Il rischio al quale lei si è sottoposto merita l’ammirazione del nostro Paese», ha detto tra l’altro Giorgio Napolitano nel corso della conversazione. Il medico «sta molto meglio» secondo il presidente di Emergency Cecilia Strada, «iniziamo a vedere la fine del tunnel». L’avventura di Fabrizio, cinquant’anni, sembra dunque risolversi positivamente.
[Un «tieni duro» dal tuo vecchio amico. Sarebbe bello rivivere con te e gli altri le atmosfere degli Ottanta. Chiamasi rimpatriata].
Marco Iacona

A proposito dell'autore

Giornalista e saggista

Marco Iacona, giornalista e saggista. Siciliano non per colpa sua. Autore di sei volumi dal colonialismo italiano all’éra pop passando per il Sessantotto. Il settimo è in arrivo. Conosce Trento, Trieste, Bologna, Milano, Bergamo, Asti, Roma, Firenze, Pisa, Genova e Venezia. Non è mai stato ad Amalfi. Preferisce i fumetti a Nietzsche e Nietzsche a Hegel. Studia la destra ma preferisce Woody Allen. Ama l’opera lirica, la Callas e Pasolini. Ha vissuto quarant’anni in Sicilia e quattro in Piemonte. Nel 2010 ha riattraversato lo Stretto non per nostalgia.

Post correlati

Scrivi