di Agnese Maugeri

Catania- L’evento StartUp Night tenutosi ieri sera alla sala concerti del Ma Musica e Arte ha segnato la conclusione della StartCup Catania 2014, nella serata iniziata con “cocktail pitch” sono stati premiati i vincitori del contest.

Undici le start up finaliste presentate dai loro creatori al pubblico in sala, tutte trattanti svariati aspetti sociali ed economici per rendere più facile e gestibile il nostro quotidiano; dall’app che facilita agli studenti la scelta del perfetto coinquilino o che fa trovare la macchina giusta secondo i propri gusti o esigenze, all’applicazione che localizza i posti liberi dove parcheggiare o a quella che sostituisce in modo pratico, veloce e informatico il registro di classe dei professori.

Anche il settore del riciclaggio è stato scrutato dai partecipanti con apposite startup, una in particolare studia i bio-composti a partire dalle fibre della canapa per creare nuove energie e carburanti capaci da sostituire il petrolio, un’altra invece vede nel cartone ondulato, attraverso uno studio innovativo, un materiale base, economico, facilmente reperibile, resistente e totalmente riciclabile con il quale poter effettuare la progettazione e la realizzazione di interi edifici.

Infine dopo l’aspetto ecologico ha avuto il suo spazio anche l’ambito medico, con specifiche applicazioni che garantirebbero più efficacia sia nella terapia endovascolare che nell’assistenza dei pazienti anziani.

Durante la StartUp Night così come da programma sono stati decretati due vincitori scelti dal comitato tecnico scientifico della StartCup Catania, il secondo posto con un premio di 4000 euro è stato assegnato a Omnia School Innovation, proponente il Dottor Claudio Sichili, sistema digitale all inclusive rivolto alle scuole italiane.

Il primo posto è stato aggiudicato dalla startup Sistemi sensoriali a supporto dell’autonomia e dell’assistenza remota di utenti, proponente il Dottor Antonio Pistorio, che ha vinto un assegno di 8000 euro e inoltre parteciperà il prossimo 24 ottobre alla StartCup Sicilia 2014, e successivamente a dicembre alla dodicesima edizione del PNI Premio Nazionale dell’Innovazione che si svolgerà a Sassari.

Un terzo posto è stato scelto durante la serata proprio dal pubblico tramite un sistema di televoto, il team selezionato premiato con un assegno da 1000 euro è stato Motorsqaure proponente Dottor Marco Reitano, spazio web in cui gli utenti possessori o acquirenti di un’automobile possono condividere le proprie esperienze e perplessità per confrontare le diverse recensioni.

La StartUp Night ha di certo gratificato l’aspetto tecnologico dei progetti ma quella che è stata la grande assente durante tutta la serate è l’innovazione, i lavori frutto di uno studio accurato e certamente utili sembrano riecheggiare supporti già esistenti. Questa non è di certo una pecca ma se si vuol premiare l’innovazione nel suo significato di cambiamento e novità bisognerebbe offrire al mercato un prodotto unico che non crei nessun’assonanza mentale con altri competitor.

Tutti coloro che hanno partecipato alla StarCup Catania ma che non hanno passato le selezioni non devono crucciarsi ma guardarsi intorno, se l’idea è buona porterà i suoi upgrade, così come è accaduto ai ragazzi del Team C3DNA che una volta bocciati da Invitalia sono riusciti ad ottenere un finanziamento milionario dalla California per la realizzazione del loro progetto.

Agnese Maugeri

Scrivi