STROMBOLI − Un aeromobile ultraleggero, dopo le 17.30 di ieri, è precipitato in mare, a nord di Stromboli. A bordo si trovavano il padre e il figlio, rispettivamente pilota e passeggero. Entrambi sono morti. I loro corpi sono stati recuperati da motovedette della Guardia Costiera. Il velivolo era partito da Gela (Caltanissetta) ed era diretto a Foggia. Nelle ricerche era stato impegnato anche un traghetto partito da Lipari alla volta di Napoli. I corpi sono stati ricomposti nell’obitorio del cimitero di Lipari a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Su allertamento della Centrale Operativa del Comando Generale del Corpo della Capitanerie di Porto di Roma, nel tardo pomeriggio di ieri, l’11° M.R.S.C. (Centro Secondario di Soccorso Marittimo) di Catania ha coordinato le operazioni di ricerca e soccorso ad un ultraleggero tipo ”Storm 300” decollato dall’aviosuperfice di Gela con destinazione Foggia.
La perdita della traccia radar poche miglia a nord dell’isola di Stromboli e l’assenza delle comunicazioni previste lungo la rotta hanno attivato il servizio di allarme per la ricerca di velivolo disperso con l’invio sul luogo di numerosi mezzi navali e aerei.
L’operazione ha coinvolto 3 Motovedette della Guardia Costiera CP 818, CP 2203 e CP322 dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Lipari, la Motovedetta CC 814 dell’Arma dei Carabinieri di Lipari, la M/V CP 808 della Capitaneria di Porto di Vibo Valenzia e 6 navi mercantili in transito dirottate sul luogo di ricerca, all’attività ha partecipato altresì il velivolo della Guardia Costiera Manta 10-01 ATR42.
Al termine delle ricerche, proseguite per tutta la notte, sono stati rinvenuti, a 11 miglia a Nord/ Nord Ovest dell’Isola di Stromboli, i corpi esanimi degli occupanti del velivolo, padre (G.A.) e figlio (E.A.), e alcuni rottami rimasti in superficie.
I corpi sono stati trasferiti presso la camera mortuaria dell’Isola di Lipari a disposizione della competente Autorità Giudiziaria ed in attesa dell’arrivo dei familiari.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi