Nei giorni scorsi, durante l’incontro formativo tenuto a Cosenza e promosso da Confapi, Federmanager e Fasdapi (il Fondo di assistenza e solidarietà per dirigenti e quadri superiori della piccola e media industria), al quale hanno partecipato, tra gli altri, il vice presidente nazionale di Confapi Francesco Napoli, la segretaria generale Rossana Battaglia, Fabiola Via presidente provinciale dei Consulenti del Lavoro e Delio Dalola, presidente nazionale Fasdapi e componente della giunta nazionale Confapi, si è affrontata una interessante tematica, industria 4.0: Orizzonti e tutele per PMI e Manager.

Il Piano Industria 4.0 ha come obiettivo quello di creare le condizioni che permettano alle aziende italiane di affrontare a pieno titolo una nuova rivoluzione industriale, considerando tutti i fattori chiave per realizzare il cambiamento. “L’incontro vuole affrontare il tema dell’industria del domani – ha dichiarato Francesco Napoli – per le piccole e medie imprese come opportunità di crescita, sviluppo e competitività. Un’ondata tecnologica sta trasformando la produzione industriale ed e per questo che dobbiamo fare fronte a questa rivoluzione che cambieraÌ la produzione, il lavoro e l’organizzazione”.

Il presidente Dalola ha sottolineato come imprese con un management carente non siano in grado di rinnovarsi e di comprendere come e dove cambiare. La governance e la managerialità rappresentano il fulcro attorno al quale costruire il nostro modello di industria 4.0. Per entrambe le tipologie manageriali, dirigenti e quadri superiori, in un contesto come quello attuale, lo spettro puoÌ essere quello dell’instabilità professionale. Ecco che quindi che entrano in gioco strumenti e servizi come quelli offerti da Fasdapi che, grazie alla sensibilità e lungimiranza delle parti sociali (Confapi e Federmanager), ha saputo nel corso del tempo ampliarli e modernizzarli con la volontà di tutelare l’azienda e la persona. Roberto Garritano, Presidente Associazione Giovani CDL di Cosenza si è focalizzato sull’importanza del welfare aziendale alla luce delle novità introdotte dalla legge di stabilitaÌ 2016. Il nuovo welfare aziendale rappresenta uno strumento portentoso di fidelizzazione e attenzione alle esigenze del lavoratore, tanto piùin anni di crisi e di carenze del sistema sociale.
Paolo Mirabelli, Maker e imprenditore Fabbrica digitale, partendo dalla sua storia di successo, ha evidenziato rischi e opportunità di Industria 4.0 concentrandosi sulla fabbricazione digitale attualmente in pratica nelle PMI dal Sud al Nord dell’Italia, soffermandosi sia su esempi di specializzazione sia su pratiche “low cost”.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi