di Katya Maugeri

TAORMINA – Si è tenuta oggi  presso il Belmond Grand Hotel Timeo, la IV edizione del “Taormina international Book Festival”, ideato e guidato da Antonella Ferrara, Taobuk da quest’anno è anche un premio all’eccellenza letteraria, Il Taobuk Award andrà a Luis Sepulveda per la prima volta in Sicilia.antonella ferrara
Lo scrittore cileno sarà premiato insieme al presidente del Senato Pietro Grasso e a Nicola Piovani nella serata inaugurale del 20 settembre al Teatro Antico. La manifestazione proseguirà fino al 26 settembre con nomi di spicco quali Alan Friedman, Giancarlo De Cataldo, Francesco Piccolo, Andrea Vitali, Ferdinando Scianna, Piero Pelù. Tra le novità le visite guidate di “Taormina Cult”: in 21 tappe i percorsi letterari della Perla dello Jonio.
La prestigiosa rassegna prevede un ricco programma impaginato da Antonella Ferrara, presidente del festival che ha ideato e dirige, fin dal 2011, con la collaborazione del giornalista e scrittore Franco Di Mare, che presiede il comitato scientifico e condurrà, come ogni anno, la cerimonia di apertura.
«Quest’anno – ha dichiarato Antonella Ferrara – è stato particolarmente emozionante impaginare un programma in cui, più che mai, la letteratura si incrocia con tutte le arti, com’è sempre stato nei miei desideri. Un’intensa “sette giorni” in  si susseguiranno mostre, installazioni d’arte ed eventi lungo i percorsi cittadini, per creare un unico grande “Villaggio delle Belle Lettere”, per celebrare l’agorà e il senso stesso di comunità. Un progetto reso possibile anche dal supporto del sindaco e dell’intera cittadinanza, che mi hanno permesso di realizzare il mio sogno di dare all’iniziativa la forma che avevo sempre immaginato».
Il programma è stato presentato da Antonella Ferrara, sono intervenuti il sindaco di Taormina Eligio Giardina, la direttrice del Parco Archeologico di Naxos Maria Costanza Lentini, il segretario generale di Taormina Arte Ninni Panzera, il presidente dell’Associazione Albergatori Taormina Italo Mennella. tavolo conferenza stampa
«Il Comune di Taormina – ha sottolineato Eligio Giardina, sindaco di Taormina – non solo sostiene Taobuk, ma addirittura lo produce. In una fase in cui tutti i tagli sono all’ordine del giorno, siamo fieri di fare una scelta in controtendenza scommettendo su questo evento, nella consapevolezza che la cultura produce turismo, il turismo poi produce lavoro. Il plauso inoltre va ad Antonella Ferrara, presidente dell’iniziativa, per essersi spesa al massimo affinché l’intera iniziativa potesse svolgersi e svilupparsi al meglio, coinvolgendo scrittori e artisti di paesi e culture diverse».

Un appuntamento letterario da non perdere, Taormina diventa scenario non solo di storia, arte e leggende, ma un punto dal quale partire per ritrovare insieme il valore inestimabile della lettura.

Katya Maugeri

Scrivi