Nei percorsi itineranti del festival del libro si parlerà di food e del loro bagaglio di cultura

TAORMINA – Al TaoBuk 2014 le parole si trasformano in sapori e sfogliando le pagine di un libro è possibile intuire il profumo di ricette inedite, non solo, anche film e quadri, eventi storici e stili di vita contemporanei si raccontano partendo dai cibi.
Tutto questo è possibile solo perché il festival internazionale del libro, presieduto da Antonella Ferrara con la collaborazione del giornalista Franco Di Mare, in calendario a Taormina dal 20 al 26 settembre quest’anno è supportato anche dalla partecipazione attiva di protagonisti del settore food con tutto il loro bagaglio culturale.
Tra questi ci sono il Gambero Rosso e Oranfrizer per l’occasione supportati da chef di fama che faranno del gusto una vera propria chiave di lettura. Diverse le location degli eventi in programma aperti al pubblico a titolo gratuito, dall’Archivio Storico al Teatro Antico della bella Taormina, perla di Sicilia.
TaobukAl TaoBuk 2014 sarà Carmelo Chiaramonte, lo chef errante, che condurrà i lettori nei percorsi siciliani di cultura, natura, gastronomia della monografia “ARANCIA”, pubblicata da Edizioni Estemporanee e nata da un’idea della leader siciliana degli agrumi, Oranfrizer; il libro è un contributo unico nel suo genere e svela i mille aspetti del simbolo più sano della Sicilia.
La partitura è scritta a più mani, un viaggio inedito che da voce e ascolto agli agrumicultori e alle loro orange-lady, passando per i guru dell’arte dolciaria siciliana, esperti erboristi, enologi, musicologi, critici d’arte e del cinema e, persino, principi.
“L’arancia musa ispiratrice di quest’opera letteraria ha un mondo tutto suo – racconta Nello Alba, Amministratore Unico Oranfrizer – con questo libro abbiamo voluto custodire e trasmettere il suo talento gastronomico, la sua identità storica e artistica perché non venga mai svilita dalle crisi ricorrenti che attanagliano il nostro settore”.
La monografia si completa di scatti fotografici e disegni originali, volti e strumenti di campagna, alberi e mani al lavoro, frutti e prelibatezze, immagini di un singolare e proliferante mosaico aromatico.
A consacrare la bellezza del viaggio che profuma di zagara non poteva mancare uno dei migliori interpreti della cultura siciliana nel mondo, il Maestro Franco Battiato, che ha firmato il preambolo al libro.
Il momento dedicato all’ “ARANCIA” avrà inizio subito dopo la presentazione del libro di Roberta Corradin, “La Repubblica del maiale”, che si terrà il 23 Settembre alle ore 19.00 presso la terrazzadell’Archivio Storico di Taormina. Interverranno Carmelo Chiaramonte, cuciniere errante e curatore della monografia, ed il marketing manager Oranfrizer Salvo Laudani.
A conclusione dell’evento ci sarà una degustazione tematica a cura dello chef Chiaramonte e di Oranfrizer.

Per maggiori dettagli si può consultare il programma in formato al link    Taobuk_2014

La scheda del libro

Titolo: ARANCIA. Percorsi siciliani di cultura, natura, gastronomia.
A cura di Carmelo Chiaramonte Elvira Assenza.
Preambolo di Franco Battiato.
Testi di Elvira Assenza, Giovanni Bietti, Michele Burgio, Carmelo Chiaramonte, Gianluca Farinelli, Francesco Leonardi, Giovanni Portelli, Fabio Rizzari, Salvo Russo.
Casa Editrice: Edizioni Estemporanee, Roma, Dicembre 2012 (Euro 25,00)

Cosa c’è dentro e oltre l’ARANCIA?

Leonardo l’arancia la mette sul piatto della tavola dei commensali dell’«Ultima Cena», Botticelli la sceglie per “La Primavera”, Cezanne sembra innamorato della sua rotondità, nessuno di questi geni ha casualmente dipinto ogni dettaglio, precisa l’esperto Salvo Russo scrivendo di un frutto onnipresente nella storia dell’arte.
Il suo profumo mediterraneo si ritrova sul pentagramma di Chopin, alcuni scritti fedelmente riportati dal musicologo Giovanni Bietti ne testimoniano l’ispirazione; nelle famosissime pellicole descritte da Gian Luca Farinelli, direttore della fondazione Cineteca di Bologna, è possibile rintracciarne particolari interpretazioni cinematografiche.
E se nei dolci di Franco Ruta – della nota Pasticceria Bonajuto di Modica – ed in quelli di Corrado Assenza – del rinomato Caffè Sicilia di Noto – l’arancia è apoteosi di colore associato al gusto, nelle ricette originali dei piatti suggeriti dallo chef Carmelo Libro AranciaChiaramonte ogni naturale espressione del frutto partecipa alla composizione del piatto: dal fiore alla foglia, dalla “mezzarancia” che diventa coppa, al legno del tronco dell’albero che profuma di sé tutto ciò che incontra.
Accostata al vino, per Fabio Rizzari alla guida dei vini dell’Espresso, l’arancia si trasforma in polvere di diamante. Con Elvira Assenza sono protagoniste letteratura, linguistica e filologia. Con Michele Burgio si fissano le espressioni dialettali, la prosa, i versi e le forme letterarie in un percorso nuovo, mai raccontato prima. E non poteva mancare la medicina popolare con il noto erborista Felice Rao e le pratiche da lui suggerite, che oggi più mai tornano di moda con i nuovi stili di vita: i benefici dell’arancia e le soluzioni erboristiche vengono associate a semi, buccia, succo e albedo. L’arancia è un’esplosione di salubrità che, a parere dei medici nutrizionisti Francesco Leonardi e Giovanni Portelli, il lettore non esiterà a sperimentare, è disintossicante e antiradicale, nell’alimentazione moderna può rappresentare un ottimo rimedio naturale per diversi motivi che vengono attentamente spiegati.
E tra le pagine che ritraggono quadri esposti nei più importanti musei al mondo si ritrovano anche gli scatti di visi soddisfatti, occhi che brillano di uomini e donne che svelano segreti custoditi gelosamente fino a ieri, agrumi che parlano, disegni di attrezzi agricoli, veline storiche d’agrumi, sguardi, notizie certe di quello che è avvenuto nel passato, mani che a diretto contatto con l’arancia narrano ciò che, senza questa monografia, poteva essere perduto per sempre.
Tutto questo svela molto chiaramente perché un filosofo della musica come Franco Battiato abbia deciso di dare il proprio contributo, il Maestro ne ha scritto il preambolo, tra le sue parole c’è una danza dei sensi che si inebriano d’arancio.
Gli scatti realizzati da Paolo Barone, Nini Calamuneri, Giuseppe Casaburi per questo libro sono più di 90, ed il corredo delle immagini è completato dalle 15 tavole disegnate da Fabiola Bazzo appositamente per l’opera letteraria con tempera e inchiostro di china e dagli incarti d’agrumi della collezionista Romana Gardani.
Le righe dell’«ARANCIA» conservano e donano alle nuove generazioni del terzo millennio usi, costumi, dettagli e spunti per il futuro di un frutto che ha attraversato secoli, popoli e terre. Un libro-testimonianza di una passione che non può affievolirsi.
Questa monografia sull’arancia, dai molti contributi inediti, nasce da un’idea di Oranfrizer, azienda siciliana che punta a far conoscere l’eccellenza dell’agrume che la natura ha generosamente donato alla Sicilia.

Scrivi