TAORMINA – “Torno indietro e cambio vita”, la nuova commedia di Carlo Vanzina, verrà presentata in anteprima al TaorminaFilmFest. Appuntamento il 14 giugno al Teatro Antico insieme a Carlo ed Enrico Vanzina e ai protagonisti Raoul Bova, Ricky Memphis, Giulia Michelini, Max Tortora, Paola Minaccioni che racconteranno al grande pubblico dell’anfiteatro greco l’esilarante viaggio nel passato e il ritorno ai fatidici anni ’90.

Prodotto da Cattleya con Rai Cinema e in sala dal 18 giugno con 01 Distribution, Torno indietro e cambio vita racconta la storia di Marco (Raoul Bova), che a 42 anni, ha una vita perfetta: una bella famiglia e un ottimo lavoro. Ma un giorno, sua moglie Giulia (Giulia Michelini), con la quale sta insieme da quasi 25 anni, gli confessa che ha un altro uomo e vuole la separazione. Marco quindi è costretto ad andarsene di casa e a rivedere tutta la sua vita. Per fortuna a consolarlo c’è l’amico di sempre  Claudio (Ricky Memphis) al quale, una sera, confida di voler tornare indietro e cambiare la propria vita! Detto fatto: i due amici, si ritrovano di punto in bianco nel 1990, sui banchi di scuola, cresciuti ma per gli altri ancora dei ragazzi. E come tutti i ragazzi costretti a rivivere i problemi tipici di quell’età: la paghetta, gli orari, le interrogazioni e … i primi amori! E anche quel primo fatidico incontro con Giulia: Marco ha così la possibilità di cambiare davvero il corso del suo destino. Ci riuscirà?

“Siamo molto contenti di presentare il film dei fratelli Vanzina – dichiara Tiziana Rocca, general manager – dal 2012 abbiamo sempre cercato di riportare il cinema italiano al Festival anche per lanciare nuove pellicole allungando la stagione cinematografica estiva”.

Lunedì 15 giugno è la volta della TaoClass “Carlo ed Enrico Vanzina raccontano Billy Wilder”: i due autori, con l’ausilio di immagini da loro scelte, ripercorreranno la cinematografia del grande regista di “A qualcuno piace caldo”.

Il TaorminaFilmFest è prodotto da Agnus Dei, promosso dal Comitato Taormina, con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e dell’Assessorato Regionale Turismo e la collaborazione dell’Ufficio Cinema Regione Siciliana.

Scrivi