Sequenza 1

Sequenza 2

Sequenza 3

I fatti sono accaduti a Trappitello, frazione di Taormina. Lunedì i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Taormina hanno arrestato Giuseppe Sterrantino, 36enne già noto alle Forze dell’Ordine.
L’uomo, nelle prime ore della mattinata, si è recato presso uno dei distributori di carburante di via Francavilla e per cause ancora da accertare è rimasto coinvolto in una lite con uno dei dipendenti e con un altro avventore. Forse alla base di tutto la mancanza di lucidità dovuta all’alcool che ha annullato i freni inibitori ma la dinamica e le responsabilità sono ancora al vaglio degli inquirenti.
Il 36enne, dopo la discussione, si è allontanato e ha preso un’ascia dalla propria autovettura con la quale ha minacciato il benzinaio ma poi è andato via. Sembrava tutto finito e intanto gli interessati avevano già chiamato i Carabinieri. La pattuglia mentre si recava in via Francavilla ha notato Sterrantino che, sulla propria autovettura, si stava dirigendo proprio verso il distributore di benzina. I militari hanno invertito la marcia e si sono messi a seguire il sospettato. L’autovettura dell’uomo e quella dei Carabinieri sono entrate una dopo l’altra nelle piazzole del distributore. Lui era ancora a bordo della vettura quando ha tirato fuori un piccola tanica è sversato qualche litro di liquido infiammabile sull’asfalto. Subito gli uomini dell’Arma sono scesi e hanno evitato il completamento dell’opera incendiaria.
L’uomo è stato portato in ospedale per gli accertamenti del caso e poi arrestato. Ora è stato rimesso in libertà in attesa della definizione della vicenda processuale e della convalida. Sono in corso approfondimenti per comprendere le reali ragioni di una reazione così spropositata che per fortuna non è giunta a termine evitando ben più gravi conseguenze.

A proposito dell'autore

Giornalista free lance - Educatore dell'infanzia

Comincia la sua carriera giornalistica scrivendo per il giornalino del liceo scientifico che frequenta. Entra a far parte della redazione catanese del Giornale di Sicilia, da cui non si è mai separato, nel 2005. Primo articolo ufficiale realizzato il 23 ottobre 2005 (a 19 anni ma il 31 ottobre sarebbero stati 20) per la gara di calcio di Prima categoria Calatabiano - Victoria 1-0. Dopo anni di studio e sacrifici ottiene la laurea in "Educatore dell'infanzia" nel 2013. Attualmente collabora anche con gds.it, con HercoleTv e con il mensile Il Cittadino Libero. Ama il cinema, i concerti, i viaggi e la buona musica. Ha visitato tutta la Sicilia, Malta, il Salento, Roma, Venezia, Milano, la Romagna, Firenze, Pisa, Lucca, Ascoli, Varese, Aosta, Caserta, Napoli, Perugia, Parigi, Barcellona, Basilea, Ginevra e Lugano. Lo sport in generale è la sua passione ma specialmente il calcio, la pallavolo, il basket e l'atletica leggera. Inoltre segue costantemente la cronaca nera, bianca e la politica.

Post correlati

Scrivi