Leggo sui giornali: “Sono i Siciliani i meno tartassati dal fisco, meno ancora di Calabresi e Campani. Quelli che se la passano peggio sono invece i Lombardi”.

Certo che, messa così, viene da dire “poveri Lombardi, ce l’hanno con loro”, ma… scusate non sarà che Siciliani, Calabresi e Campani pagano meno tasse perché sono più poveri?

Chi mi aiuta a ricordare in quale film c’era un riccone ubriaco che spiegava a un clochard altrettanto ubriaco che il poveraccio “se la passava meglio di lui perché non aveva tutte le sue preoccupazioni, dagli alti e bassi della borsa imgseltalle continue battaglie con quelli delle tasse”?

Carlo Barbieri

Scrivi