Non è certo compito agevole gestire il quotidiano mènage familiare. Tra incomprensioni, fraintendimenti, diversi punti di vista, la vita tra le pareti domestiche, ai giorni nostri come in passato, spesso si trasforma in un autentico calvario. Se poi si aggiunge un “clamoroso” equivoco, come quello che vive la famiglia protagonista della commedia brillante “Casa Campagna” di Fabio Jacobello, l’esistenza si complica ancor di più. E la divertente piecè sarà portata in scena al teatro Ambasciatori sabato alle ore 21, nell’ambito del cartellone allestito dall’associazione culturale Woodstock, diretta da Donata Indaco. Dopo il successo riscosso dai primi due spettacoli, “L’acqua cheta” e “Nessun… a dorma”, che hanno visto come protagonista il soprano Cosetta Gigli, giunge l’evento dedicato alla prosa. Ad interpretare lo “sfortunato” e frustrato pater familias, il ragioniere Campagna, sarà il poliedrico comico Giovanni Puglisi, che curerà anche la regia dello spettacolo. Ad affiancarlo l’attrice Alba La Rosa, nei panni della moglie spendacciona e “teledipendente” Serenella. Il loro rapporto vive tra alti e bassi, come in ogni buona coppia che si rispetti; ma la relazione è messa a dura prova soprattutto quando decidono di andare ad abitare in un appartamento che in passato ha ospitato una casa d’appuntamenti. Facile immaginare gli equivoci che si susseguono, senza soluzione di continuità, tra nuovi clienti in cerca di emozioni forti e vecchi ed attempati frequentatori del luogo di piacere (impersonati da Natale Puglisi e Santi Cavallaro). Marito e moglie hanno più di un grattacapo per sbrogliare una matassa che ogni giorno diviene sempre più complicata, anche per via della presenza dei due figli “eterni” universitari, e sempre alla ricerca di soldi, interpretati da Antonio Parisi e Klizia Sambataro. Ma i “pericoli” per la famiglia Campagna giungono anche dall’esterno: e così, ad insidiare l’agognata serenità domestica ci pensano una portiera dello stabile sin troppo invadente (Gisella Nicolosi), l’osteggiato fidanzato della figlia (Antonio Pitalà), uno zio “paesano” stordito dal caos cittadino (Carmelo Catania), un politico corrotto (Tano Parisi) e la sua gelosa consorte (Annalisa Parisi). Il prossimo spettacolo previsto dal cartellone “Un palco all’operetta”, con la presenza del soprano Cosetta Gigli, è in programma sabato 28 marzo.

Scrivi