Pif e Lirio Abbate hanno portato il 28 dicembre sul palco del Palab a Palermo “Furto di cuore e abuso di sorriso”,
talk dai toni teatrali, per raccontare in modo ironico e irriverente la mafia e i mafiosi

Il giornalista e il regista. L’uomo che ha raccontato i mafiosi su giornali e settimanali e l’artista di Mtv che ha insegnato con i suoi video a ridere di “Cosa nostra”. Il cronista più volte minacciato dai boss siciliani e romani e il fresco vincitore dell’European film awards, gli Oscar europei del cinema.

Tanta curiosità intorno a “Furto di cuore e abuso di sorriso”, ovvero lo spettacolo tra il talk show e il teatrale che Lirio Abbate e Pif hanno portato  in scena per la prima volta domenica 28 dicembre al Palab in piazzetta del Fondaco a Palermo.

I racconti delle mafie in modo ironico e irriverente e quelli dei boss – attraverso brani di intercettazioni audio che il pubblico ha ascoltato – mostrando il volto privato dei mafiosi, facendone ridere.

Una prima, che è stata anche una sorta di prova generale di uno show che Pif e Abbate porteranno in tour nel 2015.

 

Scrivi