Va in scena questa sera al Teatro Antico di Segesta Medeia Medeias Medeia, drammaturgia intorno ad una famiglia allo sfascio, con Cristina Borgogni e Paolo Lorimer per il Calatafimi  Segesta Festival Dionisiache 2015. La regia di Nicasio Anzelmo ripropone in chiave moderna il tema tratto da Euripide e Seneca, ma ancora oggi di grande attualità, in cui Medea è la madre vittima che diventa assassina per la ferocia umana, il nucleo familiare perde sempre più importanza e la fine di una unione coniugale porta a conseguenze tragiche e molto dure. L’interpretazione passionale Cristina Borgogni della maga della Colchide è il giusto volto al dolore femminile ed alla tragedia, la fugacità dell’amore è sottolineata dall’interpretazione di Paolo Lorimer e le travolgenti musiche.
La storia si rappresenta con la sua drammaticità nelle varie culture, nelle varie epoche e nelle varie arie geografiche. Ogni autore, inoltre, ha lasciato dietro di sé una traccia di umanità e di dolore; l’insieme di queste tracce, essendo simili ma incomplete, amalgamate fra loro, rendono più minuziosa e più dettagliata la storia di questa famiglia sia dal punto di vista di Medea, donna forte e selvaggia, amante tradita, esule infelice e perseguitata, sia dal punto di vista di Giasone.
La madre Medea entra di diritto tra le “madri assassine” che uccidono i loro figli per meglio distruggere il marito, togliendo così allo sposo, la tracotante tranquillità del padre il cui nome e la stirpe i figli perpetuano.
Giasone (Paolo Lorimer), capo degli Argonauti, approfitta dell’amore di Medea (Cristina Borgogni) principessa dei Colchidi esperta di arti magiche, per impossessarsi del vello d’oro.

DSC_0514Medea uccide suo fratello con l’aiuto di Giasone, s’inimica il padre e viene messa al bando dalla sua terra. Giasone porta Medea a Corinto con i suoi due figli, ma Lei , con le sue arti magiche, è vista dai Corinzi come una minaccia. Scoppia la tragedia. Il re Creonte, interpretato da Roberto Baldassari, propone sua figlia Creonte in sposa a Giasone che accetta per beneficiare di vantaggi. Medea è tradita, e sconvolta si lamenta con il coro di Corifee (Alessandra Fallucchi Valentina Ferrante, Ludovica Di Donato, Alessandro Burzotta, Sabrina Scudiero, Clara Ingargiola, Bruno Prestigio). Medea è una donna straniera in terra straniera, costretta dall’uomo a cui a dato tutto a lasciare la sua casa ed i suoi figli. Le si prospetta un destino terribile di donna reietta e vagabonda. Medea profondamente tormentata medita la vendetta e procura la morte a Creusa ed ucciderà i suoi figli per colpire nel cuore Giasone.
Le repliche di Medeia andranno in scena domenica 9 e lunedi 10 agosto.
Servizi Navetta per assistere alle rappresentazioni con partenza da Palermo, Castelvetrano e Calatafimi, prenotazione obbligatoria.
www.labisiweb.com www.ticketone.it
per info@www.calatafimisegestafestival.it cel 3317124267 – botteghino 0924.953013

Regia NICASIO ANZELMO
Con Cristina Borgogni, Paolo Lorimer e con Alessandra Fallucchi, Roberto Baldassarri,Valentina Ferrante, Ludovica Di Donato, Alessandro Burzotta, Sabrina Scudiero, Clara Ingargiola, Bruno Prestigio.
I movimenti coreografici sono di Barbara Cacciato
Costumi e Scene Alessandro Calabrese
Aiuto Regia Giorgia di Giovanni, Antonella Compagnini
Direttore Organizzativo Rossella Compatangelo
Produzione Carro dell’Orsa
Nicasio Anzelmo, regista, oggi direttore artistico del Calatafimi Segesta Festival Dionisiache 2015, inizia come assistente di K Zanussi e Sandro Sequi. Ha lavorato, fra gli altri, con Corrado Pani, Masimo Foschi, Valaria Valeri, Milena Vukvic, Carlo Croccolo, Aldo Reggiani, Ambra Angiolini. W.Shakespeare è l’autore che ha portato più in scena.
Cristina Borgogni
Laureata in Giurisprudenza,si diploma alla Bottega di Vittorio Gassman,scrive una commedia con Eduardo de Filippo e debutta come protagonista con la regia di Eduardo,lavora con i più grandi come Carmelo Bene, Giorgio Albertazzi,Glauco Mauri,sempre come protagonista e con registi come: Ronconi,Parodi,Cauteruccio,Manfrè.Pagliaro,Blasi,
Fenoglio,Bitonti,Rossi,Tiezzi,Garella,Ferrero, Venetucci,Anzelmo,Kreyca, Cavalli. Ultimi lavori una rivisitazione di Medea e Ildegarda la sibilla renana, da lei scritto diretto e interpretato.

Paolo Lorimer nato a Firenze ha frequentato la San Francisco State University in California per due anni, dove ha cominciato a studiare recitazione e regia con David Amos nei corsi universitari.
Tornato in Italia è stato ammesso alla Bottega Teatrale di Firenze diretta da Vittorio Gassman, diplomandosi nel 1984. Ha lavorato, tra gli altri con registi come Elio De Capitani,Ferdinando Bruni, Gabriele Salvatores, Luigi Squarzina, Krystoff Zanussi, Alvaro Piccardi, Riccardo Reim, Giancarlo Cauteruccio, Giancarlo Sepe, Tim Stark, Tito Piscitelli, Salvo Bitonti, Giuseppe Venetucci, Fabio Grossi, Massimo Ranieri e altri; per dieci anni ha collaborato con Giancarlo Nanni e Manuela Kustermann. Partecipando a numerosi spettacoli alcuni dei quali rappresentati a Mosca, Bogotà,New York,Tokio,Kiev, Cairo,Ankara,Istanbul. Alterna la sua attività teatrale con attivita radiofonica, televisione, e cinema avendo lavorato con Brian Helgeland, Martin Scorsese, Liliana Cavani,Guido Chiesa,Oliver Parker, Jeremy London, Hugh Hudson, Manuel Giliberti e altri.
A Palermo ultimamente ha interpretato Le Allegre Comari di Windsor con Leo Gullotta e Riccardo III con Massimo Ranieri nel ruolo Buckigham.

Roberto Baldassari, Si diploma nel 1994 alla Scuola di recitazione del Teatro Stabile di Genova e frequenta in seguito il corso “L’Attore nel Cinema” presso il Centro Sperimentale di Cinematografia e il corso di perfezionamento del Teatro di Roma con Luca Ronconi. Lavora stabilmente con il Teatro di Roma, diretto da Massimo Popolizio, Massimo Castri, Luca Ronconi, Peter Stein, Massimo De Francovich e Piero Maccarinelli, e con altre importanti compagnie private e pubbliche italiane. In televisione ha ricoperto ruoli in diverse produzioni Rai e Mediaset ( Sei forte maestro, Una donna per amico, Vento di Ponente). Collabora inoltre come docente di teatro con diverse scuole romane, con il Laboratorio Teatrale Integrato “Piero Gabrielli” del Teatro di Roma e con l’Università di Roma Torvergata”.

Alessandra Fallucchi, diplomata all’Accademia Nazionale Silvio D’amico, ha lavorato con M. Panici, M. Lucchesi, M. Fallucchi, B. CIno, L. Salveti, W. Pagliaro, L.Damiani, Phillys Nagy, Mohammed Driss, Andy Arnold. Ha partecipato a serie TV tra cui Camici Bianchi, Marescaillo Rocca. Insegna recitazione.

Valentina Ferrante, Ha studiato con Enzo Garinei. Vanta una formazione con Lina Wertmuller, Piera Degli Esposti, Alvaro Piccardi. Ex danzatrice classica, ha perfezionato la sua tecnica espressiva con il grande mimo britannico Lindsay Kemp. In teatro ha lavorato con Paolo Rossi e con diversi registi: Massimo Castri, Peter Stein, Roberta Torre, Vincenzo Pirrotta, Walter Manfrè, Luca De Fusco, Antonio Calenda, Armando Pugliese, Jean Pierre Vincent, Claude D’Anna, Guglielmo Ferro, Nicasio Anzelmo, Italo Dall’Orto, Roberto Laganà Manoli, Grisha Asagaroff, Luciano Colavero, Giovanni Anfuso, Angelo Tosto e lo stesso Enzo Garinei. Ha collaborato con il Teatro Stabile di Catania, l’INDA di Siracusa e il Teatro Massimo Bellini di Catania. Varie produzioni cine-televisive tra cui “La Piovra 10” regia di Luigi Perelli, accanto ad Harvey Keitel nel film “Ginostra” di Manuel Pradàl, accanto a Beppe Fiorello nella fiction “La vita rubata” con la regia di Graziano Diana, nella soap “Agrodolce” e ancora nei film-tv “L’onore e il rispetto – Parte seconda” regia di Salvatore Samperi, “Edda Ciano e il comunista” regia di Graziano Diana.

Scrivi