CATANIA – Triplo appuntamento con il comico Antonio Ornano, protagonista di “Scoiattoli”, spettacolo di cui sono autori lo stesso Ornano, Carlo Turati e Matteo Monforte. Le tre rappresentazioni sono concentrate al Teatro Musco nel lungo weekend: due serali (ore 21), venerdì 13 e sabato 14 marzo; pomeridiana (ore 18) è invece la terza recita di domenica 15 marzo. La programmazione rientra nella ricca carrellata di “Comics”, la rassegna ideata e diretta da Marco Vinci, e realizzata in sinergia con il Teatro Stabile di Catania.  

    In “Scoiattoli”, Antonio Ormano si conferma monologhista accattivante nelle vesti del professore biologo e naturalista, il cui principale oggetto di studio diventa l’animale uomo e le sue dinamiche comportamentali, con particolare attenzione a quelle interne al rapporto di coppia. Ornano crea degli sketch esilaranti sulle dinamiche di coppia dove la dolce “crostatina” alias la sua dolce metà non perderà occasione di mettere a dura prova i nervi del Professore. Ovvero l’etologo più divertente e irriverente del mondo naturale, che calca il palco di Zelig da diverse stagioni intrattenendo il pubblico con paragoni esilaranti tra il mondo animale e il nostro.

    Qual è il filo conduttore che lega il professore/antropologo/biologo cinico e spietato di Zelig ad un attore di prosa dalla doppia personalità o ad un Life Coach di fama internazionale ? La comunicazione.

    Partendo da come ci salutiamo, da come usiamo parola e corpo per trasferire messaggi volontari o involontari oltreché dallo studio dello spazio fisico di cui abbiamo bisogno per essere a nostro agio con il nostro interlocutore, “Scoiattoli” prova a fotografare le nostre umane debolezze.

    Ed è in questi termini che ci si chiede quali insegnamenti possiamo trarre dal comportamento degli animali, in che modo i messaggi di una mamma apprensiva possono devastare la personalità e quindi la comunicazione di un figlio unico, come può aiutarci un life coach di fama internazionale del calibro di Franco Prunes. E’ l’occasione per scandagliare in profondità le complesse dinamiche relazionali all’interno della coppia, dove il ruolo dominante del maschio contemporaneo è sempre più messo in discussione da una femmina che, nel caso della “Crostatina” di Ornano, è assolutamente totalitaria e prevaricatrice.

    “Scoiattoli” è un frizzante e funambolico alternarsi di personaggi, monologhi e interazioni col pubblico che offre anche importanti risposte a domande esistenziali, del tipo: perché le persone in un ascensore si mettono a cerchio con la schiena appoggiata alle pareti? Perché le donne hanno la passione per i Mercatini di Natale? Posteggiare in traghetto equivale a sfidare i principi della fisica? Perché lo spettacolo si chiama “Scoiattoli” e soprattutto cosa c’entrano gli scoiattoli con la comunicazione? Lo scoprire venendo a vederlo!

A proposito dell'autore

Passionale, grintosa ed innamorata del suo lavoro. Abbandona la carriera giuridica per realizzare il suo sogno: scrivere. Testarda e volitiva crede nella forza trascinatrice dei propri sogni e combatte per realizzarli. Sempre pronta con il suo inseparabile registratore a realizzare un’intervista. Si occupa di Teatro e Comunicazione da anni. Non ha paura delle sfide, anzi, la stimolano ad andare avanti.

Post correlati

Scrivi