“Sade, prossimo mio” è il titolo dello spettacolo inedito che, alle ore 21:00 di sabato 14 Marzo, debutterà al Teatro Piscator di Catania (in replica domenica 15 con inizio alle ore 18:00) per la rassegna “Scene Contemporanee 2015”, organizzata a e prodotta dallo stesso teatro diretto artisticamente da Carmelo Failla.

Foto di scena Sade, prossimo mio

La pièce propone al pubblico un autentico viaggio nella filosofia del Marchese De Sade, uno spettacolo mai rappresentato a Catania, pensato, drammatizzato e diretto dalla premiata ditta Giuseppe Carbone e Nicola Costa (nella foto), ovvero due tra i più interessanti e produttivi artisti del panorama teatrale contemporaneo che, dopo i successi ottenuti con i precedenti debutti di “Pier Paolo Pasolini, Io so che siamo tutti in pericolo” (andato in scena lo scorso novembre al teatro del Canovaccio di Catania) e “Dear Ludwig – Sogni, passioni, amori e frustrazioni di L. Van Beethoven” (in scena lo scorso gennaio proprio al Piascator per “Scene Contemporanee”), stavolta puntano a qualcosa di ancor più particolare, bizzarro, per certi versi anche rischioso: la pornosofia di Sade. Un testo che punta l’attenzione sull’interpretazione di ogni dimensione appartenente alla natura, alla violenza che la stessa è in grado di produrre ma anche al piacere ottenuto dal dolore, sino alla rilettura dei dogmi religiosi.

Locandina Sade, prossimo mio

Nicola Costa (in scena nei panni del Marchese De Sade) e Giuseppe Carbone firmano la regia di uno spettacolo che vedrà in scena alcuni bravissimi interpreti (quasi tutti siciliani) formati artisticamente dagli stessi registi presso l’Accademia d’Arte Drammatica “Giovanni Grasso” di Catania (che proprio in questi giorni ha riaperto i colloqui d’ammissione per i corsi e laboratori 2015-16) e presso l’Accademia Internazionale del Musical diretta da Enrico Sortino. In ordine alfabetico: Maria Sara Amenta, Salvo Cosentino (in arte Sally), Alessia Gurrieri, Chiara Lutri, Edoardo Monteforte, Anna Patané, Francesca Pulvirenti, Rita Seminara ed Enrico Sortino (Federico Fangano è l’aasistente alla regia). Un appuntamento da non perdere dunque che, sulle note di Vivaldi, siamo certi non deluderà le aspettative del pubblico e della critica. Informazioni: 393.4819580 e 389.4297199.

Scrivi