Domani, alle 18, torna in scena al Piscator di Catania “Testimoni di giustizia”, terz’ultimo appuntamento del cartellone teatrale de “Il Teatro di Eduardo&Salvo Saitta”. Dopo il successo della scorsa settimana, gli attori Eduardo Saitta, Salvo Anastasi e Rosario Valenti riproporranno l’opera che racconta la storia della testimonianza in diretta di un omicidio, della vita sotto scorta dei due protagonisti che decideranno di collaborare per le indagini. Due atti drammatici, quelli messi in scena, nei quali il giovane Saitta e Anastasi (Marco e Franco) rimarranno segregati in un nascondiglio, saranno costretti a cambiare vita per scongiurare ritorsioni e vendette, addestrati dal severo agente C (Valenti) in tutto in un clima surreale e di grande impotenza. Eduardo Saitta si rivela soddisfatto per l’esito della prima settimana in scena nella quale, lo ricordiamo, è stato ricordato a più riprese lo zio, l’attore Vittorio Di Paola. «Con Testimoni di giustizia – spiega Eduardo Saitta – raccontiamo un teatro più moderno, più di denuncia e attuale. Bisogna fare riflettere la gente con queste opere, ma soprattutto i giovani. Ne siamo convinti di questo. Il tema della giustizia è importante, fa comprendere che lo Stato c’è e che può anche sbagliare. Un modo nuovo, insomma, per accostarsi ai giovani, che dovrebbero andare più a teatro per vivere delle emozioni speciali, che la vita regalerebbe a tempo debito. Il teatro è del resto una bella macchina del tempo, ci sali su e puoi andare dove vuoi».

A proposito dell'autore

Passionale, grintosa ed innamorata del suo lavoro. Abbandona la carriera giuridica per realizzare il suo sogno: scrivere. Testarda e volitiva crede nella forza trascinatrice dei propri sogni e combatte per realizzarli. Sempre pronta con il suo inseparabile registratore a realizzare un’intervista. Si occupa di Teatro e Comunicazione da anni. Non ha paura delle sfide, anzi, la stimolano ad andare avanti.

Post correlati

Scrivi