CATANIA- Finale di stagione all’insegna della tradizione e del divertimento per “Il Teatro di Eduardo e Salvo Saitta”, che da giovedì 5 maggio alle ore 21 debutteranno al Teatro Piscator di Catania con “Falsari si Nasce”.Banda4

La compagnia catanese, che sta vivendo un momento di crescita esponenziale, non dimentica appunto la storia, che in quasi cinquant’anni di attività a fortificato le basi di quella che è oggi una realtà solida del Teatro a Catania.
«Le scelte dei testi, e della relativa programmazione- esordisce il fondatore Salvo Saitta – non è mai casuale, ma frutto di un attento lavoro che io e mio figlio Eduardo svolgiamo ogni giorno nell’intento di offrire al pubblico qualcosa di gradito. Per questo abbiamo deciso di puntare, dopo commedie di stampo attualissimo e classici come “Ma non è una cosa seria” di Pirandello, ad un finale di stagione che si ricongiunga con la tradizione, scegliendo un testo di Aldo Mangiù dal sapore anni ’50».
A spiegare i contenuti della commedia lo stesso autore, figlio dell’indimenticato Carlo Mangiù «La commedia si ispira ai classici del Teatro popolare all’italiana con i quali sono cresciuto. La trama è semplice ma non banale, soprattutto grazie allo studio dei personaggi eseguito insieme alla regista, Katy Saitta, ed agli attori, che hanno permesso di personalizzare e rendere assolutamente originale la versione che ci apprestiamo a debuttare».
Interessante infine la scelta della regia, con il debutto di Katy Saitta al timone della compagnia «Ho scelto mia nipote Caterina – spiega il Maestro Saitta – perché dopo anni di esperienza sulle tavole del palcoscenico ho voluto affidarle un compito che la potesse ulteriormente far crescere. L’esperienza registica non è affatto facile ma devo ammettere che sono soddisfatto del risultato. L’ultimo parere però spetta al pubblico, vero giudice del nostro operato».
Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

A proposito dell'autore

Elisa Guccione

Passionale, grintosa ed innamorata del suo lavoro. Abbandona la carriera giuridica per realizzare il suo sogno: scrivere. Testarda e volitiva crede nella forza trascinatrice dei propri sogni e combatte per realizzarli. Sempre pronta con il suo inseparabile registratore a realizzare un’intervista. Si occupa di Teatro e Comunicazione da anni. Non ha paura delle sfide, anzi, la stimolano ad andare avanti.

Post correlati

Scrivi