CATANIA – Tutti con le sciarpe bianche al collo, a ricordare di comporre il numero verde per donare 2 euro alla ricerca. Come ogni anno, Telethon chiama. La città risponde.

Una parentesi che si chiude, a ogni edizione, per riaprirne tante altre: la maratona natalizia per la Fondazione Telethon ieri, ancora una volta, ha regalato momenti di forte intensità emotiva alle Ciminiere, dove musica e solidarietà si sono intrecciate in uno spettacolare effetto che “fa bene”. Stesso appuntamento, ma nuova versione della serata quest’anno ha voluto esplorare e lanciare talenti artistici emergenti. Il contest canoro organizzato da Simply, importante sponsor Telethon, attento al sociale senza scadenze natalizie, ha infatti portato sul palco dell’anfiteatro i brani dei concorrenti in gara: pezzi del repertorio italiano, da Battiato, Elisa, Dalla, fino a Britti. Il tutto con l’accompagnamento musicale dei 70 orchestrali componenti l’Orchestra Riviera dei Ciclopi diretta dal Maestro William D’Arrigo. Ed è proprio con una canzone del cantautore romano Alex Britti, che ad aggiudicarsi il primo posto sul podio, come vincitore assoluto, è stata la catanese Grace Previti. Per la giovane cantante, una nota casa discografica produrrà un inedito. (Altri riconoscimenti: premio Junior, a Giulia Fredianelli; primo senior Trio Diesis, Roberta Brescia, Claudia Soroberto e Alessia Piras; Premio speciale della giuria, per la migliore interpretazione a Elisa Amato, per la critica a Gianluca Sciacca e Martina Marino). “Livello altissimo”. Così ha definito la competizione, la giuria formata da Isabella Abiuso, talent scout, Rodolfo Trapannone, promozione e comunicazione casa per la casa discografica On the Set, Sebastiano Latona, dirigente regionale Simply, Assia La Rosa, giornalista found raising I-press per Telethon; Davide Di Maggio, autore di brani musicali e colonne sonore di film, Giovanna Sparla, insegnante di canto, direttore del coro polifonico Voci bianche, Mario Incudine, cantante, attore, musicista, autore di colonne sonore che si è poi esibito con il suo solito estro ed eclettismo. Giudizi piuttosto omogenei, quelli dei giudici, che hanno valutato un insieme di fattori: intonazione, tecnica, arrangiamenti, interpretazione. Tutti elementi che hanno determinato performance di qualità. E ormai, il connubio Salvo La Rosa, affezionatissimo presentatore dell’evento Telethon, e il coordinatore provinciale Maurizio Gibilaro, è di quelli che funzionano. Spettacolo, intrattenimento e ricerca scientifica. “Fare del bene col sorriso, partecipare emotivamente e concretamente, è l’obiettivo che accompagna le nostre iniziative”, commenta Gibilaro passando a ringraziare “tutti coloro che ci stanno accanto, nessuno escluso, a partire dai volontari, coordinati dal vicecoordinatore provinciale Concetto Nicolosi, così come il responsabile degli eventi Telethon per Catania, Carmelo Furnari, e tutte le associazioni vicine”.

 

Scrivi