Tra le più disparate proposte satiriche che il grande pentolone del web ci propone quotidianamente, capita anche di imbattersi in lavori di qualità. Di quelli che ti lasciano ben sperare, che ti fanno credere che fare della buona satira sia ancora possibile. È il caso di #TerroNisti, il corto nato in seguito a uno dei laboratori di “Documentaria Noto”, grazie alla collaborazione tra Alessio Micieli, Frame Off e Axelfilm.

 

È la storia di due terroristi, Turhidd e Sarhidd, alle prese con la loro prima (e probabilmente ultima) grande missione: distruggere la città di Noto attraverso una serie di esplosioni. Turhidd è entusiasta del proprio “lavoro” tanto da voler aprire una scuola per Kamikaze, perché certe cose vanno fatte per bene. Sarhidd è schivo ma determinato nel portar a termine la missione assegnatagli dal grande capo Hammamt. I due giovani si trovano però ad affrontare due inaspettati problemi. Il primo è che Noto è stupenda: la cattedrale è magnifica, il teatro imponente e maestoso. E poi, davanti a un cannolo e alle belle donne sicule, quale forza di volontà non vacillerebbe? Il secondo problema nasce dalla dura realtà che Turhidd e Sarhidd si trovano a fronteggiare. I due si rendono conto di essere approdati su una terra martoriata da trivellazioni, incurie e sfruttamento, costretta a fare i conti con chi la maltratta quotidianamente. Che senso ha, quindi, attaccare luoghi che sembrano già procedere inesorabilmente verso l’autodistruzione?

 

Un modo per ironizzare sulle minacce terroristiche? Anche, ma non solo. TerroNisti è soprattutto una dedica alle bellezze siciliane, un inno d’amore per questa terra piena di contraddizioni. Un omaggio ai “Terroni” nell’eccezione migliore del termine. Quelli che hanno con la Sicilia un legame indissolubile, che per lei si impegnano e lavorano ogni giorno. Quelli che combattono contro i TerroNisti, che, forse, non hanno niente a che vedere con l’Isis e gli altri colori del terrorismo, ma che hanno già portato distruzione e sfacelo e continuano a farlo.

 

Alla fine l’idea di distruggere Noto risulta inaccettabile per Turhidd e Sarhidd che trovano un modo alternativo per risolvere la “questione esplosivo”. Scoprite come va a finire la storia dei due giovani terroristi e godetevi il video che, con più di 40.000 visualizzazioni in meno di una settimana, sta conquistando il web.

Di  Eleonora Fichera

 

Scrivi