Grande giornata di solidarietà e di festa. Tripudio a “un gol per un sorriso” anche per i “ritorni” di Biagianti e  Mascara.

di Gianluca Virgillito

CATANIA – Che festa a Torre del Grifo per il triangolare di beneficenza “Un gol per un sorriso”, evento giunto alla seconda edizione, realizzato a favore della Lega Ibiscus Onlus che opera nel campo della ricerca e sostiene i bambini malati di cancro. Divertimento  in campo e sugli spalti, con i “giocatori” uniti, che che tra le gaffe e le “giocate” durante le partite hanno avuto modo di sensibilizzare una tribuna stracolma su un problema grave, una disgrazia che non dobbiamo vedere distante a noi. Tantissimi bambini hanno potuto, tra una partita e l’altra, entrare in campo ed abbracciare i propri beniamini, fare foto e farsi fare gli autografi.

Una Stefania Sberna in versione cronista ha raccontato i tre match. Le squadre partecipanti sono state: le AllStars Catania, formazione che vedeva in campo anche, tra gli altri, alcuni giocatori del Catania come Sciacca e D’Amico e l’amato ex Giuseppe Mascara, osannato dal pubblico e autore di belle giocate, come al suo solito, la formazione dell’Ibiscus, capitanata dal testimonial dell’evento, Marco Biagianti, anche lui preso di mira dai cori di ammirazione, e la formazione della Questura di Catania.

 Partite accesissime e spettacolari  hanno coinvolto il pubblico che spesso e volentieri ha incitato le squadre, in modo particolare, per l’occasione, il tifo era rivolto proprio alla formazione Ibiscus. Alla fine l’hanno spuntata proprio loro, grazie al pareggio in extremis nell’ultimo incontro contro la Questura ma aldilà del risultato sul campo la vittoria sarebbe stata comunque loro in questa giornata di solidarietà.

In festa, a fine gara, Marco Biagianti. «Sono felicissimo di essere qui a Catania oggi, per questo evento. È una gioia per me poter regalare un sorriso davvero importante a dei bambini, è qualcosa di meraviglioso, che mi cambia, mi fa stare bene.

Gianluca Virgillito

Scrivi