Al termine di articolate indagini di polizia giudiziaria coordinate dalla Procura della Repubblica di Marsala la Guardia di Finanza del Nucleo di Polizia Tributaria di Trapani, in sinergia con la Sezione Aerea di Palermo, ha individuato e sequestrato tra la fitta vegetazione delle campagne di Vita nel trapanese un’estesa piantagione di canapa indiana composta da circa 300 piantine e arrestato in flagranza di reato un uomo sorpreso ad irrigarle.
Ad accorgersi per primi della presenza della coltivazione sono stati gli uomini della Sezione Aerea di Palermo che durante una ricognizione hanno individuato strani filari di piante nei pressi del canale di un piccolo fiume e tutto intorno fitta vegetazione selvatica. Il successivo esame delle foto aeree ha consentito di comprendere, vista la
particolare forma delle foglie a cinque punte, che si trattasse di piante di marijuana. E’ stato così organizzato, in accordo con l’Autorità giudiziaria, un complesso dispositivo di contrasto finalizzato ad individuare da terra la piantagione e identificarne i responsabili.
Le lunghe ed estenuanti operazioni di appostamento e osservazione, durate decine di ore e rese molto complesse dalla fitta vegetazione, dai terreni scoscesi e dall’assenza di fonti d’illuminazione, hanno permesso di sorprendere un soggetto, L.M. di 46 anni, che sopraggiunto a piedi e incurante del buio più assoluto, si faceva strada con passo sicuro tra la fitta vegetazione per recarsi ad annaffiare e concimare le piante di canapa.
Prontamente è scattato l’intervento dei finanzieri che hanno arrestato il responsabile in flagranza di reato e hanno proceduto al sequestro delle 300 piante di marijuana, alte circa un metro e mezzo. Le piante, che fra qualche settimana avrebbero terminato il ciclo della fioritura, sarebbero state poi fatte essiccare e messe in commercio come stupefacente.

A proposito dell'autore

Giornalista free lance - Educatore dell'infanzia

Comincia la sua carriera giornalistica scrivendo per il giornalino del liceo scientifico che frequenta. Entra a far parte della redazione catanese del Giornale di Sicilia, da cui non si è mai separato, nel 2005. Primo articolo ufficiale realizzato il 23 ottobre 2005 (a 19 anni ma il 31 ottobre sarebbero stati 20) per la gara di calcio di Prima categoria Calatabiano - Victoria 1-0. Dopo anni di studio e sacrifici ottiene la laurea in "Educatore dell'infanzia" nel 2013. Attualmente collabora anche con gds.it, con HercoleTv e con il mensile Il Cittadino Libero. Ama il cinema, i concerti, i viaggi e la buona musica. Ha visitato tutta la Sicilia, Malta, il Salento, Roma, Venezia, Milano, la Romagna, Firenze, Pisa, Lucca, Ascoli, Varese, Aosta, Caserta, Napoli, Perugia, Parigi, Barcellona, Basilea, Ginevra e Lugano. Lo sport in generale è la sua passione ma specialmente il calcio, la pallavolo, il basket e l'atletica leggera. Inoltre segue costantemente la cronaca nera, bianca e la politica.

Post correlati

Scrivi