Il tecnico del Trapani, Serse Cosmi, suona la carica in vista della trasferta di Ascoli, un banco di prova importante per i suoi ragazzi, chiamati a riscattare la tremenda batosta rimediata nell’ultima trasferta sul campo del Brescia. La vittoria dell’ultimo turno contro il Modena ha dato al mister diverse indicazioni su come sopperire alle tante defezioni che nell’ultimo periodo hanno decimato l’organico. Probabile la conferma del 3-4-3 (3-4-1-2). Queste le parole dell’allenatore nella consueta conferenza stampa di presentazione alla vigilia del match:

“Ciaramitaro, Barillà e Torregrossa sono out, stanno vivendo una fase di recupero, dei tre, Torregrossa è più vicino al recupero. Perticone ha avuto un forte raffreddore, ma si è allenato, sono fiducioso. Terlizzi per me è al cinquanta per cento, sembra già pronto ma non lo è.

L’Ascoli è una squadra che è stata ripescata, hanno dei giocatori importanti ed hanno un allenatore valido. Siamo consapevoli dell’avversario che incontreremo, andremo lì per giocare una partita sicuramente diversa da quella giocata a Brescia.

Montalto e Nadareviç: “Sono due giocatori complementari, Montalto è il classico centravanti. Aspettiamo Torregrossa, ci manca da diverse partite, con lui in campo non abbiamo mai perso.

La difesa a tre è una conseguenza delle nostre defezioni. Avevamo due soli centrocampisti e dovevamo adattarci, è inutile mettere giocatori fuori ruolo. Doversi trasformare è anche una qualità, un vantaggio, perché poi si ha la possibilità di fare anche qualcosa di diverso. Tutto però ruota attorno al trequartista.

Ci sono giocatori che hanno una certa personalità e devono stare in campo il più possibile, esistono delle gerarchie e bisogna rispettarle”.

Ho detto ai ragazzi che in caso di risultato positivo ci sarà un giorno in più di recupero”.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi