PERUGIA – Un rigore dubbio, per un presunto fallo di Ciaramitaro in area di rigore ai danni di Falcinelli e trasformato dallo stesso attaccante al 3′ del primo tempo, decide la sfida tra il Perugia e il Trapani del perugino doc, Serse Cosmi che non riesce a dare un dispiacere alla squadra della sua città. Merchiori sulla graticola per non aver visto una gomitata di Giacomazzi a Ciaramitaro.

Trapani che esce però a testa altissima dal confronto del “Curi”, avendo infatti giocato una partita gagliarda contro un avversario che punta deciso al piazzamento playoff. Granata sciuponi, specialmente Malele, schierato in campo dal tecnico dei siciliani a fianco di Abate. Per l’attaccante, almeno un paio di nitide occasioni sprecate davanti al portiere Koprivec. La classifica, in costante evoluzione, fa ancora paura. Pochi match al termine, Modena sfida decisiva. Al Provinciale occorrerà centrare la vittoria per scacciare quasi definitivamente gli spettri di una retrocessione che alla luce delle prestazioni dei granata sarebbe immeritata.

PERUGIA: Koprivec, Goldaniga, Verre (11’st Nicco), Falcinelli, Crescenzi, Fazzi, Fossati, Lanzafame (43’st Taddei), Giacomazzi, Mantovani, Ardemagni (22’st Parigini). A disposizione: Amelia, Lo Porto, Hegazi, Ayres, Baldan, Comotto. All. Andrea Camplone

TRAPANI: Gomis, Daì, Pagliarulo, Martinelli, Rizzato, Ciaramitaro, Scozzarella, Barillá, Falco (21’st Falco), Abate (33’st Curiale), Malele (8’st Citro). A disposizione: Ferrara, Marcone, Caldara, Lo Bue, Zampa, Feola. All. Serse Cosmi

ARBITRO: Filippo Merchiori di Ferrara; ASSISTENTI: Pasquale Di Meo di Foggia e Romina Santuari di Trento; QUARTO UOMO: Vincenzo Fiorini di Frosinone

RETI: Falcinelli (r) 4’
NOTE: Ammoniti Falcinelli, Fazzi, Parigini nel Perugia – Barillà, Martinelli nel Trapani; Recuperi: 3’pt-3’st; Corner: 4-5

Scrivi