Il Trapani viaggia a gonfie vele verso la salvezza. In questo weekend una gara forse decisiva per il conseguimento dell’obiettivo, contro un Como in netta ripresa. Il successo sul Lanciano ha rasserenato l’ambiente dopo le scoppole con Ternana e Latina. In casa, la squadra di Cosmi è chiamata adesso ad una prestazione gagliarda davanti ai propri tifosi. Questo il pensiero del tecnico Titta Mustazza sul momento vissuto dai granata:

“Finalmente si è chiusa la finestra invernale del calciomercato. Purtroppo il mese di gennaio è sempre molto complicato in questo senso… Credo che il Trapani sia uscito rafforzato da questa sessione di mercato, di certo non indebolito. L’ultimo giorno di trattative ha visto l’approdo in Sicilia di alcuni giovani che potranno certamente essere utili alla causa.

A Lanciano una prova importante in una partita tutt’altro che facile. Il risultato forse non rende giustizia agli abruzzesi che a lungo sono rimasti in partita. Bravissimo il Trapani a punire gli avversari sfruttando le occasioni.

Ho seguito la squadra negli ultimi allenamenti, ho visto un Raffaello in grande condizione e anche il nuovo arrivato, Petkovic mi sembra molto determinato. La vittoria sul Lanciano ha dato serenità all’ambiente granata, la classifica senza dubbio sorride: l’obiettivo salvezza è alla portata di questa squadra.

Credo sia importante non dare credito ad una minoranza di tifosi che destabilizza la piazza protestando dopo un girone d’andata giocato ad alti livelli. La società ha lavorato bene, bisogna essere orgogliosi del lavoro che hanno fatto.

Adesso il Como. Chi pensa che sarà una partita semplice per i siciliani non ha capito nulla… Loro vengono da una serie di risultati utili importante e sono determinati nella ricerca di una cavalcata verso l’alto che possa per loro significare salvezza al termine della stagione. Prevedo una partita bloccata e sempre in bilico, auspico comunque una vittoria del Trapani che sarebbe vitale anche per il prossimo futuro”.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi