TRAPANI – Ultime ma determinanti fatiche di stagione per il Trapani. I granata si avviano al trionfale epilogo di un’annata straordinaria che, comunque vada, finirà negli annali. Una storica perla, questa squadra di combattenti e lottatori con i piedi buoni che tante gioie stanno regalando ai propri tifosi. I ragazzi di Serse Cosmi giocheranno i play off, provando a centrare una promozione in Serie A che sarebbe la ciliegina sulla torta, un traguardo impensabile alla vigilia di questo campionato di Serie B. Eppure, eccola lì la truppa trapanese, pronta a giocarsi al meglio gli ultimi due gettoni per trovare un piazzamento finale che premi nella lotteria degli spareggi la compagine del presidente Morace.

Prima sfida, domani al Provinciale, contro il neo promosso Crotone delle meraviglie. La squadra di Juric vuole confermarsi prima della classe anche sul campo di Erice, anche se non c’è dubbio: saranno i padroni di casa a giocare col coltello tra i denti. Il calendario sorride soltanto a metà al Trapani, che all’ultima giornata andrà ad affrontare il Bari allo Stadio San Nicola. Pescara e Spezia le avversarie più temibili, al momento.

Tornando al Crotone, Cosmi dovrà anche stavolta, come per la Pro Vercelli, fare la conta degli indisponibili. Fuori Nizzetto e Barillà, squalificati; Perticone infortunato così come Citro, non ancora al meglio. Stringeranno i denti Coronado e Petkovic che probabilmente faranno parte dell’11 iniziale.

Mister Titta Mustazza commenta per Sicilia Journal le vicende granata:

“Sono convinto che contro il Crotone non sarà una passeggiata – ha esordito il tecnico – Bisognerà dare il massimo e vincere ad ogni costo per poi andare a Bari provando a portare a casa almeno un punto che garantirebbe almeno il quarto posto ai ragazzi di Cosmi. Quella del Provinciale è una gara determinante per il prossimo futuro. 

Un momento particolare, se vogliamo, per i tanti acciacchi e le assenze per squalifica. Sappiamo comunque che in questa rosa le alternative ci sono e sono valide; il reparto che al momento mi sembra più scoperto è quello difensivo. Domani pomeriggio potremmo vedere la squadra schierata in campo con il 4-4-2, con il centrocampo a rombo. In avanti sono sicuro che ci sarà spazio anche per De Cenco 

In vista dei play off credo che tutti potranno e vorranno esserci, forse solo Citro ha dei fastidi che richiedono tempi maggiori di recupero. Sono comunque convinto che questa squadra darà tutto. 

Il calendario? Sicuramente il Pescara dovrà giocare due partite vere a Modena prima e in casa con il Latina all’ultima giornata. Attenzione al Bari, ma anche lo Spezia non ha partite difficilissime, anzi. 

E’ stata una cavalcata impressionante, tantissimi risultati utili consecutivi. Ci credevamo ad inizio stagione, ci credo anche adesso. Se dovessi dare delle percentuali, forse al momento vedo messo meglio il Pescara, che ha un organico costruito a monte per il salto di categoria. Il Trapani ha comunque le sue buone possibilità di centrare l’impresa”. 

Sono intanto 22 i convocati per la sfida al Crotone. Perticone e Citro fanno parte della lista dei disponibili, anche se le loro condizioni sono ancora da valutare.

PORTIERI‬: 1. Nicolas, 12. Geria, 31. Fulignati;
‎DIFENSORI‬: 2. Perticone, 3. Daì, 4. Pagliarulo, 6. Scognamiglio, 13. Fazio, 28. Pastore, 29. Rizzato;
‎CENTROCAMPISTI‬: 5. Scozzarella, 7. Basso,14. Ciaramitaro, 20. Coronado, 24. Raffaello, 27. Eramo, 30. Cavagna;
‎ATTACCANTI‬: 8. Montalto, 9. Torregrossa, 10. Petkovic, 18. Citro, 36. De Cenco.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi